Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIV n° 51
domenica 17 dicembre 2017, ore
IL SONDAGGIO
RISULTATI
VOTA
VIDEO
VIDEO INTEGRALE - Sarri: "Insigne? Solo una cazzatina di un ragazzo giovane ed un po' superficiale", Callejon: "Sto bene, grande carica"
31.10.2016 20:40 di Napoli Magazine

ISTANBUL (TURCHIA) - Maurizio Sarri e Josè Maria Callejon, allenatore e attaccante del Napoli, hanno parlato in conferenza stampa alla vigilia di Besiktas-Napoli. Ecco quanto dichiarato ai microfoni di "NapoliMagazine.Com".
 
 

 
 
Josè Maria Callejon: "Sappiamo che siamo forti e dobbiamo mantenere questa mentalità per vincere. Sono molto contento di quello che sto facendo per la squadra. Lavoro per i compagni e per la squadra. Sappiamo che in Turchia sarà un inferno, la nostra tifoseria è simile a questa per cui siamo abituati. In Champions è difficile contro qualsiasi squadra. Se siamo concentrati possiamo vincere qualsiasi partita. Giocheremo per vincere. Tutti siamo importanti. E' vero che sto bene. Mi dà ancora più fiducia per fare quello che sto facendo. Voglio continuare così. Siamo pronti per affrontare questo tipo di partite. La mentalità sarà giusta". A Premium Sport, Callejon ha aggiunto: "Per noi il rientro di Gabbiadini è importante. In campo ognuno deve essere concentrato al 100% per tutta la partita. Gli errori non vanno ripetuti. Per noi è come un finale. Se vinciamo siamo più vicini alla qualificazione, che è il nostro obiettivo. Sappiamo che non è facile, ma arriviamo a quest'appuntamento con la mentalità giusta".
 
 
Maurizio Sarri: "Gabbiadini? E' una opzione in più. Senza Milik e Gabbiadini, abbiamo speso qualcosa in più in termine di energie. Per noi il rientro di Gabbiadini è importante. Sono contento di giocare in un ambiente bello e caldo. La squadra ha la personalità per reggere l'impatto, lo abbiamo dimostrato a Torino. A differenza di Torino, dobbiamo limare gli errori. Con la Juventus abbiamo concesso poche palle gol. Solo a Palermo abbiamo concesso così poco. Sappiamo di giocare contro avversari forti. Sono imbattuti a livello nazionale. Dobbiamo stare attenti. Tutte le partite sono determinanti. Nella gara d'andata abbiamo commesso degli errori, non dobbiamo concedere spazi. Sul piano del palleggio sono forti. Evitare errori come quelli che ci hanno portato sotto. Insigne? Se devo dargli una punizione gli do uno scappellotto, la società decide se dargli una multa o meno, la vendetta personale non esiste, voglio il bene della squadra, farò una scelta senza tener conto di queste cazzatine di un ragazzo giovane ed un pò superficiale. La formazione? Non ve la dico, la formazione della gara d'andata non me la ricordo, starò perdendo colpi. Rispetto a Torino, cambieremo qualche elemento. La formazione dei titolarissimi non so più qual è. Vedremo come usciremo dal ciclo, in 9 giorni sono 4 partite. La formazione del Besiktas la ricordo. I ragazzi stanno crescendo ed è indispensabile che, con i calendari attuali, bisogna venir fuori. Abbiamo fatto delle scelte, l'anno scorso, di fare più rotazioni in Europa League. Quest'anno è chiaro che non posso fare troppe rotazioni in Champions. Aspettiamo la crescita di tutti, è un bel viatico. Qualcuno è cresciuto a dismisura nel giro di poche settimane. Sono ragazzi da salvaguardare, perchè devono fare bella figura. E' un discorso importante per noi e per il futuro del Napoli". A Premium Sport, Maurizio Sarri ha aggiunto altre dichiarazioni. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine": "Lo stato d'animo è buono. I ragazzi hanno fatto dei passi in avanti. A Torino abbiamo commesso degli errori individuali che stanno diventando troppi. Andiamo avanti su questa strada, giocando con grande scioltezza mentale. Dobbiamo divertirci in campo. Siamo usciti arrabbiati dal campo perchè non volevamo perdere, ma anche rinfrancati per il gioco espresso su un campo difficile. Giocare in un ambiente caldo è sempre stimolante. Dobbiamo zittire tutto lo stadio e poi chiuderla a 5 minuti dalla fine. Gabbiadini è stato squalificato 8 giorni fa ed in 8 giorni ci sono tre partite. Si gioca continuamente. Questo mestiere ad alti livelli sta diventando qualcosa di diverso, mi piace meno questo calcio rispetto al passato. E' un ritorno importante, perchè abbiamo dovuto spremere qualche giocatore. E' chiaro che un minimo di riposo è necessario. Insigne? Non mi devo chiarire con nessuno, ha fatto un errore grossolano e palese, è un giovane, ci può stare, lui ha avuto un buon atteggiamento, la società è intervenuta, stop. Jorginho? Dopo il campionato dell'anno scorso non credo che debba dimostrare tanto. Non ha avuto un inizio come nella passata stagione, ma la responsabilità al 75% è della squadra e non sua. Non c'è un terminale offensivo come l'anno scorso, quest'anno la squadra strappa in avanti molto di più, gli esterni lo hanno aiutato meno rispetto alla passata stagione. Per noi Jorginho è un giocatore determinante".
 
 
Antonio Petrazzuolo
 
 
Napoli Magazine
 
 
Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

ULTIMISSIME VIDEO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>
VEDI TUTTI I GIOCHI
RISULTATI E CLASSIFICHE IN DIRETTA >>> by Livescore.in