Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVII n° 8
domenica 23 febbraio 2020, ore
ALTRI SPORT
Pallanuoto, EuroBudapest 2020: Italia-Israele 17-1
17.01.2020 18:13 di Napoli Magazine

Tre punti facili facili ma anche segnali di ripresa. Importanti e confortanti. Il Setterosa supera 17-1 Israele e si lascia alle spalle il doppio stop con la Spagna vicecampione del mondo e l'Olanda campione d'Europa e si proietta subito sul prossimo impegno, domenica 19 gennaio alle 11.30 con la Francia, ultimo della fase preliminare, che diventa fondamentale per la conquista del terzo posto nel girone B di EuroBudapest 2020 e la possibilità di affrontare la seconda, anziché la vincente, dell'altro concentramento nei quarti di finale il 21 gennaio. Francia che ha gli stessi punti in classifica e ha vinto 10-6 con Israele e 17-5 con la Germania. L'ultimo precedente tra Italia e Israele, sia cronologico che agli Europei, è quello del 14 luglio 2018 a Barcellona, sempre nel girone preliminare (21-2).



Italia-Israele 17-1
Italia: Gorlero, Tabani 1, Garibotti 3, Avegno 1, Queirolo, Aiello 3, Marletta 1, Bianconi 3, Emmolo 4, Palmieri, Chiappini, Carrega 1, Sparano. All. Zizza
Israele: Peres, Sasover, Farkash, Bogachenko, Noy, Futorian, Strugo 1, Ben David, Tal, Mone, Hochberg, Regev, Geva. All. Mavrotas
Arbitri: Horvath (Svk) e Wengenroth (Sui)
Note: parziali 3-0, 5-0, 4-1, 5-0. Uscita per limite di falli Avegno (I) a 0'48 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 7/11 e Israele 1/10. Sparano (I) subentra a Gorlero a 2'32 del quarto tempo.


La partita. Le prime sette in acqua sono Gorlero, Garibotti, Avegno, Bianconi, Palmieri, Chiappini e Carrega. Ritmi lenti. Le prime due superiorità numeriche sono israeliane, in una di queste Futorian (due gol nelle precedenti due partite) conclude su Gorlero che è ben piazzata. Dalla parte opposta Palmieri impegna Peres con una rovesciata dal centro. Garibotti spezza gli equilibri con una conclusione potente dal perimetro e con la complicità di Peres che si lascia sfuggire la palla. Le azzurre ci mettono un po' a carburare. Aiello e Tabani a segno, entrambe in più, respingendo in rete due precedenti legni colpiti da Aiello. Nel secondo tempo il gioco è più fluido, le ripartenze riescono meglio ed aumenta l'attenzione in fase di tiro. Tre gol in parità e due in superiorità (4/6 la media a metà gara) mettono la gara in discesa. Israele, che aveva iniziato bene, ha una circolazione di palla troppo lenta e la difesa italiana si alza e anticipa sempre (0/4). Nel terzo tempo entrambe le squadre aumentano la velocità. Anche Israele è più aggressiva ma il Setterosa controlla facilmente. Garibotti si fa tutta la vasca, serve la palla a Queirolo che la gira subito ad Aiello per un gol spettacolare (sciarpata). Dopo 19'26", sul risultato di 10-0, arriva il primo gol della squadra di Mavrotas: lo realizza il capitano Strugo in superiorità (la quinta) ed è anche il suo primo gol in questo campionato europeo. Si arriva a tre quarti di gara 12-1 e con le triplette di Garibotti e Emmolo. Dopo 48" del quarto periodo Avegno esce per limite di falli, a 5'28" dalla fine Sparano sostituisce Gorlero ed aggiunge minuti al suo europeo (dopo i primi due tempi con la Spagna). Ottima la parata d'istinto a tu per tu con Regev a 2'27" dal fischio della sirena e millimetrico il passaggio a Chiappini nell'ultima controfuga. Anche Bianconi e Aiello realizzano le triplette personali. Emmolo fa il poker e il Setterosa e Paolo Zizza tornano a sorridere.

 

Le parole del commissario tecnico Paolo Zizza.  "Vincere aiuta a vincere e quindi il risultato serve proprio per risollevare il morale del gruppo che comunque è sempre rimasto alto. Abbiamo migliorato la percentuale realizzativa in superiorità numerica e concesso poco in difesa. Adesso dobbiamo rimanere concentrati perché domenica c'è un match importante contro la Francia, avversario in crescita, per chiudere il girone al terzo posto". 
 


Le parole di Giulia Emmolo. Calottina numero 9.  "Era fondamentale sviluppare al meglio il nostro gioco e così è stato. Abbiamo lavorato tanto e bene in questi mesi e sono convinta che nella seconda settimana si vedrà un altro Setterosa. Pensiamo a chiudere bene la fase a gironi contro la Francia: sarà una bellissima gara che ci aiuterà ad alzare in ritmo in vista dei quarti. 


 
Le parole di Valeria Palmieri. Calottina numero 10.  "Israele non era da prendere sottogamba e noi siamo rimaste concentrate per tutto il tempo. Sono convinta che da adesso in poi si vedrà un'altra squadra: ci siamo sbloccate dopo due partite non brillanti. Sono un'ottimista di natura. Non dobbiamo più pensare a Olanda e Spagna perché i passi falsi possono capitare a tutti e anzi possono servire a crescere". 

Loading...
ULTIMISSIME ALTRI SPORT
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>