Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVI n° 42
giovedì 17 ottobre 2019, ore
CALCIO
CHAMPIONS - Atletico Madrid-Juventus 2-2: bianconeri rimontati al 90'
18.09.2019 23:37 di Napoli Magazine Fonte: Sport Mediaset

Inizia con una beffa nel finale la Champions League 2019/20 della Juventus di Sarri: i bianconeri hanno pareggiato 2-2 in casa dell'Atletico Madrid, subendo la rimonta al 90' dopo essere stata in vantaggio di due gol. Dopo un primo tempo in sofferenza, la Juve ha sorpreso i Colchoneros con le reti di Cuadrado al 48' e Matuidi al 65'. La reazione spagnola è arrivata di testa sugli sviluppi di calci piazzati: Savic (70') e Herrera (90').

 

LA PARTITA
 
Una sfida nella sfida, mille volti per una stessa partita. Il 2-2 di Atletico Madrid-Juventus è un racconto fedele nella sostanza ma non nella forma di una partita giocata a folate da una parte e dall'altra del campo, con un primo tempo dominato dalle difese e una ripresa in cui sono saliti in cattedra i movimenti e la qualità offensiva delle due squadre. Per la Juventus un pareggio importante ma beffardo dopo essere stata sopra di due gol, raggiunta solo al 90' da un colpo di testa di Herrera sugli sviluppi di un corner e dopo aver subito il primo gol sempre partendo da calcio piazzato. Un punto di forza dei Colchoneros certo, ma anche un primo punto debole della squadra di Sarri in questo inizio di stagione se si sommano le disattenzioni contro il Napoli in campionato.
 
Che la Juventus "sarriana" sia ancora un cantiere lo dimostrano la scelta iniziale di affidarsi ai "soliti vecchi 11" con l'eccezione forzata di De Ligt, ma anche la necessità di schierarsi con un 4-4-2 più attento a limitare l'avversario piuttosto che a proporre calcio offensivo. Nel primo tempo però i bianconeri sono apparsi intimoriti, timidi nel pressare l'avversario, ma concentrati nel difendere la propria porta limitando al minimo le occasioni per il talento di Joao Felix e la veemenza di Diego Costa. L'Atletico dal canto suo ha messo in difficoltà i bianconeri con precisi cambi di gioco, ma senza trovare precisione e tempismo nell'ultimo traversone nonostante gli spazi.
 
Il copione è però decisamente cambiato nella ripresa quando la Juve, sfruttando le ripartenze e la serata di grazia di Cuadrado, ha saputo ribaltare le situazioni trasformandole da difensive in offensive nel giro di pochi tocchi. Al 48' un lancio di Bonucci dalla propria area di rigore ha lanciato a campo aperto Higuain, bravo a vedere l'inserimento di Cuadrado a destra con il colombiano fenomenale nell'infilare l'incrocio dei pali col piede mancino. Dopo un'occasione ancora creata dall'imprevedibiltà di Cuadrado e sprecata nella rifinitura da Danilo, il raddoppio è arrivato dalla fascia opposta con Ronaldo e Alex Sandro bravi ad apparecchiare un cross perfetto bucato da Savic e infilato in porta di testa da Matuidi a termine di un'azione corale.
 
Nell'ultima parte di gara però è venuto fuori l'orgoglio dell'Atletico, di grinta e qualità nelle giocate. Decisive però come sempre le palle inattive: al 70' Savic ha ribadito in rete un assist di Gimenez dal secondo palo; all'ultimo minuto prima del recupero poi è stato Herrera, sicuramente uno dei meno attesi, a capitalizzare al meglio l'inserimento di testa dagli sviluppi di un corner per il 2-2 finale, prima che Ronaldo ammutolisse di paura il Wanda Metropolitano dribblando mezza squadra avversaria e sfiorando il palo al 95'. Un punto che può andare bene a entrambe le squadre, ma che lascia sicuramente gusti diversi nei palati dei due allenatori.
 
--
 
LE PAGELLE
 
Cuadrado 7 - Si scatena nella ripresa dopo un primo tempo in difficoltà. Inventa il gol del vantaggio con un gol all'incrocio dei pali di sinistro, poi dalle sue parti arrivano le ripartenze più pericolose ma non capitalizzate dai compagni.
 
Bonucci 6,5 - Guida la linea difensiva nel primo tempo in apnea della Juventus. Mette lo zampino con un lancio d'esterno da playmaker vero nell'azione del vantaggio di Cuadrado. Anche sulle palle alte è sempre tranquillo.
 
Matuidi 7 - Il gol di testa con inserimento sul primo palo è il premio per una partita di sacrificio. Anche quando il pallino del gioco è stato in mano agli avversari, lui ha fatto sentire la sua presenza sulla sinistra. Sbaglia il gol per la doppietta, ma tecnicamente non si può pretendere troppo.
 
Ronaldo 6 - Importante per i movimenti senza palla, calamita praticamente ogni passaggio dei compagni nel primo tempo e l'attenzione degli avversari nella ripresa. Così facendo libera gli spazi per le giocate a Higuain e Cuadrado, mettendo poi la firma nell'azione del raddoppio. Al 95' rischia il gol dell'anno.
 
Joao Felix 5 - Parte alla grande con un coast-to-coast che impegna Szczesny in calcio d'angolo. Poi però si perde tra le maglie della retroguardia bianconera e non trova spunti degni di nota.
 
Gimenez 7 - Di gran lunga il più pericoloso dei suoi in attacco, il che è tutto dire. Sfiora il gol di testa e di piede, poi mette l'assist per Savic svettando in area sul secondo palo.
 
--
 
IL TABELLINO
ATLETICO-JUVENTUS 2-2
Atletico Madrid (4-4-2): Oblak 6,5; Trippier 6,5, Savic 6, Gimenez 7, Renan Lodi 6 (31' st Vitolo 6); Koke 6, Saul 6,5, Thomas 6 (31' st Herrera 7), Lemar 5,5 (15' st Correa 6); Diego Costa 5, Joao Felix 5. A disp.: Adan, Arias, Llorente, Felipe. All.: Simeone 6.
Juventus (4-3-3): Szczesny 6,5; Danilo 5, Bonucci 6,5, De Ligt 6, Alex Sandro 6; Khedira 6 (24' st Bentancur 6), Pjanic 6 (42' st Ramsey sv), Matuidi 7; Cuadrado 7, Higuain 6 (34' st Dybala sv), Ronaldo 6. A disp.: Buffon, Demiral, Rabiot, Bernardeschi. All.: Sarri 6.
Arbitro: Makkelie (Olanda)
Marcatori: 3' st Cuadrado (J), 20' st Matuidi (J), 25' st Savic (A), 45' st Herrera (A)
Ammoniti: Diego Costa (A); Matuidi, Cuadrado (J)
Espulsi: nessuno
 
--
 
LE STATISTICHE
 
•    La Juventus ha subito 9 degli ultimi 12 gol in Champions League su palla inattiva, gli ultimi 3 tutti di testa.
 
•    La Juventus ha subito quattro dei cinque gol in questa stagione su sviluppo di palla inattiva.
 
•    Solo due volte in un match di Champions League la Juventus ha subito piú degli 8 tiri nello specchio concessi oggi all'Atletico: nove contro il Bayern nell'aprile 2013 e 11 contro il Bayern nell'ottobre 2005.
 
•    La Juventus ha vinto solo una delle ultime sei partite di Champions League (3N, 2P). In questo parziale per ben quattro volte ha subito due gol.
 
•    Matuidi ha segnato entrambi i suoi due gol in Champions League per la Juventus a Madrid (contro Real e Atletico).
 
•    Cinque degli ultimi sei gol di Matuidi in Champions sono arrivati in trasferta. Questo é il primo di testa nella competizione.
 
•    Quarto gol di Juan Cuadrado in Champions League, tutti sono arrivati in trasferta.
 
•    Quello di Cuadrado é il primo gol segnato dalla Juventus in trasferta all'Atletico Madrid.
 
•    Per la prima volta nella sua storia in Champions League la Juventus ha iniziato un match con un solo italiano titolare. Prima di oggi ne aveva schierati dall'inizio sempre almeno due.
 
•    Gonzalo Higuain ha fornito almeno un assist in ognuna delle ultime sei edizioni di Champions a cui ha partecipato.
 
•    L'Atlético Madrid ha subito un gol in casa in Champions per la prima volta da ottobre 2018 contro il Club Brugge (3 clean sheets da allora).

Loading...
ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>