Calcio
IL PARERE - Cesari: "Inter-Udinese, giusto dare il rigore a Lautaro Martinez"
10.12.2023 00:03 di Redattore NM Redattore 3

Settimo calcio di rigore in 15 giornate di campionato per l'Inter che, contro l'Udinese, è andata in vantaggio col penalty realizzato da Hakan Calhanoglu. Ma sui social si sono scatenate le polemiche, in tanti hanno protestato per l'entità della trattenuta su Lautaro Martinez e l'utilizzo del VAR. "Quello su Lautaro è un rigore solare" dice Graziano Cesari, che aggiunge: "L'attaccante argentino era in posizione di vantaggio sulla corsa e ha subito fallo. Chiaro ed evidente errore sfuggito all'arbitro Di Bello". Solitamente si tende a evitare l'uso del VAR in caso di contatti alti, valutando la decisione presa in campo. Ma Di Bello era piuttosto indietro rispetto al contatto tra Lautaro e Perez e quindi probabilmente per questo motivo in sala VAR hanno deciso di far rivedere l'azione all'arbitro. Il fischietto pugliese in questa stagione è stato protagonista di un'altra trattenuta non sanzionata: quella di Iling Junior su Ndoye in Juve-Bologna che tanto aveva fatto arrabbiare Thiago Motta. In quel caso Di Bello non era stato richiamato e successivamente era stata fatta sentire la conversazione in sala VAR: "Un attimo. Buono. Fammi vedere un'altra prospettiva. Ok. Questa questa. Per me no, check completato".

ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>
IL PARERE - Cesari: "Inter-Udinese, giusto dare il rigore a Lautaro Martinez"

di Napoli Magazine

10/12/2024 - 00:03

Settimo calcio di rigore in 15 giornate di campionato per l'Inter che, contro l'Udinese, è andata in vantaggio col penalty realizzato da Hakan Calhanoglu. Ma sui social si sono scatenate le polemiche, in tanti hanno protestato per l'entità della trattenuta su Lautaro Martinez e l'utilizzo del VAR. "Quello su Lautaro è un rigore solare" dice Graziano Cesari, che aggiunge: "L'attaccante argentino era in posizione di vantaggio sulla corsa e ha subito fallo. Chiaro ed evidente errore sfuggito all'arbitro Di Bello". Solitamente si tende a evitare l'uso del VAR in caso di contatti alti, valutando la decisione presa in campo. Ma Di Bello era piuttosto indietro rispetto al contatto tra Lautaro e Perez e quindi probabilmente per questo motivo in sala VAR hanno deciso di far rivedere l'azione all'arbitro. Il fischietto pugliese in questa stagione è stato protagonista di un'altra trattenuta non sanzionata: quella di Iling Junior su Ndoye in Juve-Bologna che tanto aveva fatto arrabbiare Thiago Motta. In quel caso Di Bello non era stato richiamato e successivamente era stata fatta sentire la conversazione in sala VAR: "Un attimo. Buono. Fammi vedere un'altra prospettiva. Ok. Questa questa. Per me no, check completato".