Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIX n° 50
giovedì 8 dicembre 2022, ore
CALCIO
IL PENSIERO - Sconcerti: "Davanti qualcosa è cambiato, Milan e Napoli sono tornate"
14.02.2022 00:31 di Napoli Magazine

Mario Sconcerti, giornalista, ha rilasciato alcune dichiarazioni a TMW Radio riguardo la 25^ giornata di campionato.

 

Atalanta-Juve, un pareggio che non smuove la classifica, come altri big match finora:
"Atalanta e Juve è un problema del loro obiettivo, ma questa è stata una giornata molto importante. L'Inter ha perso 5 punti dal Milan in due partite. Non avere le Coppe da adesso sarà importante. Quello che è importante capire è che il calcio cambia. Una settimana fa il campionato era completamente un'altro. Il campionato è tornato in discussione. Si è fatta raggiungere l'Inter e superare dagli avversari. Vedremo ora come andrà. Si dovrà soffrire fino alla fine".

 

Il calo che ha Inzaghi con l'Inter fa pensare a quelli finali della sua Lazio:
"Può darsi. In questo momento è una squadra più stanca, ma tante stagioni della Lazio sono finite anche in crescendo. Credo però pesino di più i giocatori".

 

Che ne pensa delle decisioni di Gasperini stasera?
"L'ha giocata come se fosse in trasferta. Era una bella partita da 0-0. La partita è stata decisa da due calci da fermo. E' stata una partita sospesa, importante per il risultato. Meglio l'Atalanta sul gioco e nella voglia di fare la partita, uno stop nella crescita della Juve".

 

Morata ancora importante:
"Sta continuando ad adattarsi. Ha giocato davvero alla Mandzukic oggi. Non pensavo fosse tra le sue corde tanta sofferenza atletica ma ci sta riuscendo".

 

Napoli meglio ai punti nella sfida con l'Inter:
"Non deve essere soddisfatto, altrimenti vorrebbe dire che aveva tanta paura. Doveva crederci e vincere. Non ho mai visto una conclusione vera, così come non ho visto una bella Inter. Osimhen ha creato disagi ma ha fatto sempre tiri improbabili. E' stata una partita deludente, non è venuta fuori la squadra migliore".

 

Milan, Leao fa la differenza ora:
"Adesso si dice per esempio che Lautaro segna poco, prima si pensava che il problema del gol fosse risolto per la Juve con Vlahovic, poi si scopre che non è ancora così. Leao, se continuerà così, farà ancora gol. Difficile però fare pronostici. Però qualcosa è cambiato: Milan e Napoli sono tornate". 

ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>