Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVIII n° 24
domenica 13 giugno 2021, ore
CALCIO
JUVENTUS - Pirlo: "Non voglio vedere rassegnazione, io non ho paura, penso solo al bene del club"
11.05.2021 12:44 di Napoli Magazine Fonte: Sport Mediaset

La Juventus deve dimostrare che la pesante sconfitta interna contro il Milan non ha lasciato tracce nel gruppo, contro il Sassuolo serve ritrovare la vittoria per inseguire un posto in Champions League. Andrea Pirlo, confermato dalla società per il finale di campionato ma col futuro che sembra segnato: "Non voglio vedere rassegnazione domani. Abbiamo un punto di distacco dalla zona Champions League e abbiamo tre partite. Il calcio insegna che tutto può succedere, Io ho perso una Champions vincendo 3-0 al primo tempo, dobbiamo avere un atteggiamento positivo. Il nostro obiettivo è dimostrare di meritarci la Champions e possiamo farlo solo con i risultati. Dopo la sconfitta con il Milan c'era delusione, ma il nostro obiettivo non cambia, abbiamo il dovere di crederci. Cristiano ha giocato tante partite quest'anno e ha segnato molto. Oggi decideremo il da farsi, domani è una partita delicata e spero di avere tutti a disposizione.

 

La lite tra Paratici e Nedved nel post partita? "Non voglio neanche parlare di gossip e di cose inventate. Non voglio neanche entrarci. Le parole di Gravina? Sono cose esterne, il nostro obiettivo è dimostrare sul campo di meritare la Champions. E possiamo farlo solo con i risultati. Possibile slittamenti dei pagamenti? Tutto regolare, non ho mai sentito niente in merito. I pagamenti sono sempre stati regolari, andiamo avanti così sereni".

 

"Grinta è una parola che nel calcio si usa spesso, ma non basta per vincere. Ho sempre chiesto di avere il fuoco che brucia dentro, e spesso è accaduto. In questi mesi la formazione è cambiata spesso, ma per tanti motivi, fra infortuni e Covid. Ci siamo adattati a tutte le circostanze. Paura? Non ne ho, penso solo al bene della Juventus, che viene prima di tutto, di giocatori e allenatori. Domani è necessaria una prova di orgoglio collettiva, indipendentemente da chi giocherà. Dobbiamo onorare questa maglia, non possiamo permetterci prestazioni come domenica. In me e noi c'è tanta carica. Siamo arrabbiati. Abbiamo il dovere di crederci, perché siamo la Juventus e non possiamo rassegnarci a questa classifica", conclude Pirlo. 

 

ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>