Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVIII n° 10
domenica 7 marzo 2021, ore
CALCIO
LO SCORSO 16 DICEMBRE - Benitez al Corriere dello Sport: "Questo Napoli mi piace"
25.01.2021 12:18 di Napoli Magazine Fonte: Corriere dello Sport

Il Corriere dello Sport-Stadio di stamattina in edicola ha svelato l'idea che è venuta al presidente De Laurentiis per risolvere i problemi del Napoli: il ritorno di Rafa Benitez sulla panchina azzurra. L'allenatore spagnolo, che nei giorni scorsi ha concluso la sua avventura in Cina al Dalian, è rimasto in ottimi rapporti con il numero uno azzurro e ha sempre continuato a seguire la squadra. Nell'ultima intervista al Corriere dello Sport-Stadio, il 16 dicembre, rispondeva così ad Antonio Giordano: "La mia Italia è nelle due tappe di Milano e Napoli, diverse tra loro, che però professionalmente e umanamente mi hanno arricchito, lasciandomi amici ovunque. All’Inter rimasi poco, erano reduci dal Triplete e non mi fu permesso di allungare quell’avventura nonostante avessimo vinto la Supercoppa italiana e la Coppa del Mondo per club. Nel biennio di Napoli, invece, fummo in grado di attirare l’attenzione di calciatori con qualità e spessore. Con quella Juventus, «intrattabile» in campionato, fummo capaci di vincere Coppa Italia e Supercoppa a Doha. Vanno riconosciuti a De Laurentiis enormi meriti: i suoi sforzi economici servirono per compiere un balzo decisivo verso l’internazionalizzazione del club". Tre dei pupilli del Napoli di Benitez sono ancora capisaldi del team azzurro: "Koulibaly, Insigne e Mertens sono ancora l'ossatura portante della squadra. Mi piace vederli giocare e sono orgoglioso di aver offerto il mio contributo per la loro crescita. Ma i complimenti vanno fatti a loro: sono stati bravi, lavorando duro, e sono riusciti a restare ad alti livelli". Il tecnico spagnolo aveva speso anche parole di apprezzamento per mister Gattuso: "Il Napoli mi piace, Gattuso sta facendo un bel lavoro, la squadra è forte e competitiva. Il Napoli del 2013 ha iniziato un ciclo, con calciatori che non conoscevano il campionato italiano. Quello attuale ha uomini che ormai stanno insieme da anni. Se giocassimo una partita tra questa squadra e la nostra dell’epoca, sarei pure indotto a sospettare che ci possa scappare il pareggio, in maniera politicamente corretta. Però credo che vinceremmo, perché Koulibaly, Mertens, Ghoulam e Insigne giocherebbero con noi", commentava divertito.

Loading...
ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>