Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIX n° 50
martedì 6 dicembre 2022, ore
CALCIO
LUCCA - L'agente: "Giuntoli lo voleva per sostituire Petagna, poi è finito all'Ajax"
04.10.2022 13:33 di Napoli Magazine

L'agente di Lucca, Antonio Imborgia, è intervenuto in diretta ai microfoni di CalcioNapoli24 durante ‘Calcio Napoli 24 Live’: "Sulla gara non ci sono grandi presentazioni, l'Ajax gioca un calcio pulito e fantastico: è nella storia del club. Qualche volta diventano quasi fastidiosi, che vogliono entrare in porta col pallone. Con uno-due in area di rigore. La qualità del gioco è fuori discussione, ma il Napoli è diventato ancora più forte rispetto all'anno scorso. Sarà una partita bella, vibrante, con molti capovolgimenti di fronte. In ogni possesso palla delle due squadre, ci sarà la possibilità di vedere occasioni gol. Ho qualche amico che mi ha chiesto il biglietto per la partita, glieli ho fatti avere e son sicuro di aver fatto un bel regalo. Lucca? Lorenzo sta imparando. Per fare l'operazione, che era in piedi da un mese e mezzo, son stato lì otto giorni e ho avuto la possibilità di conoscere il mondo Ajax. Lì ho capito il motivo di tante cose: perché fan risultati, perché vendono calciatori a tanti soldi. L'ha capito anche Lorenzo. Il problema vero è che in Italia lavoriamo tre volte meno, come intensità e qualità di lavoro, rispetto a questi club. I giocatori all'estero lavorano di più, stanno di più in campo e in maniera individuale pure. La grande differenza con l'Italia è questa. Il mondo Ajax ha grandi strutture, grandi campi di calcio. Lucca è lì per imparare: un calcio europeo, diverso, con un'intensità diversa. Paga anche dazio, perché dopo l'allenamento mangiava e dormiva, perché faceva fatico ad andare in giro. Questa è la differenza fra il nostro calcio e il calcio europeo. Lo dico con grande dispiacere! Siamo molto indietro. Interesse del Napoli? Con il Napoli di concreto non c'è stato niente, sì ma Giuntoli mi ha fatto tante telefonate. E abbiamo parlato tante volte di Lorenzo. Ma l'anno scorso Lorenzo per una squadra di livello come il Napoli doveva essere una scelta coraggiosa. Se va all'Ajax e sta nelle 3-4 punte, può stare anche al Napoli, non è quello il discorso, ma è un problema di mentalità: noi non ci diamo tempo sui giocatori. Questo è il nostro grande difetto. Vi faccio l'esempio di Zerbin e le critiche post-Milan: i tifosi e la critica perché devono indicare Zerbin come inadeguato? Se Spalletti lo fa giocare, è folle ed è inadeguato Zerbin? Questo è il grande problema del calcio italiano. Giuntoli quando ne parlavamo era convinto di Lucca. All'epoca il discorso era: 'Levo Petagna, metto Lorenzo Lucca'. Poi la logica non ha avuto seguito perché probabilmente non c'era la convinzione da parte di tutti nel Napoli. Io mi sono confrontato anche con De Laurentiis, manifestava la felicità e la contentezza del fatto che Spalletti desse minutaggio e spazio e valorizzasse tutto il gruppo squadra. L'esempio è Lobotka. Adesso però bisogna farlo di più coi calciatori italiani, non è una polemica ma è un difetto che abbiamo! Mercato di gennaio? No, ma non si muove. Sono scelte a lungo termine. C'era il Bologna dove doveva soltanto andare a firmare. Poi però s'è creata l'opportunità Ajax, con tutte le difficoltà oggettive di quest'operazione. Ma il ragazzo ha capito che fino a ieri aveva giocato un altro calcio. Ora gioca un calcio di intensità, velocità palla".

ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>