Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVIII n° 48
domenica 28 novembre 2021, ore
CALCIO
ON AIR - Di Mattia: "Lucca come Osimhen? Deve lavorare ancora tanto, ma le caratteristiche sono quelle"
19.10.2021 18:21 di Napoli Magazine

Luca Di Mattia, agente di calciatori e talent scout della Idv Management, è intervenuto ai microfoni de "I Tirapietre", sulle frequenze di Radio Amore Campania: "Stiamo facendo tanto scouting in giro su tutto il territorio nazionale, siamo stati insieme a Fabiano Santacroce in Grecia, per scovare qualche talento anche lì. Anguissa e Osimhen del futuro? Bisogna prestare molta attenzione alla Serie B, ci sono molti ragazzi validi, ne sentiremo parlare. Preferirei non fare nomi perché scontenteri qualcuno. Dico le tre squadre dove giocano questi ragazzi, sono: Pisa, Brescia e Cosenza. Lorenzo Lucca come Osimhen? Deve lavorare ancora tanto, ma le caratteristiche sono quelle. Ha gamba e fisico, è molto forte e lo sta dimostrando, ma c'è ancora tanta strada da fare. Devo dire che è fortissimo questo Lucca. Campania? Fucina di grandi talenti, ci sono ancora posti dove si gioca ancora per strada, come non avviene in altre parti d'Italia. Talenti del Napoli Primavera? L'ho seguita poco finora, c'è sempre Cioffi, un 2002, ma per lui mi aspettavo un altro percorso calcistico. Doveva maturare altrove come fecero Gaetano e Insigne, anni addietro. Spalletti allenatore giusto per lanciare questi ragazzi? Quando vinci otto di fila in campionato diventa complicato, le pressioni aumentano. Abbiamo visto contro il Torino, sono sorte delle piccole difficoltà perché le squadre cominciano a prendere le contromisure. Zanoli e gli altri li avrei mandati in prestito perché si fa fatica a vederli ora, si rischia di bruciarli. Napoli-Torino? Juric legge bene le partite e sa incartare alla grande la squadra azzurra, gli riesce benissimo. Il Napoli viene da otto vittorie di fila, le squadre si organizzano e studiano bene gli azzurri. Stanchezza? Ho avuto questa sensazione, ma la verità è che loro si sono chiusi bene in ogni zona del campo. Hanno retto ottanta minuti e in tre occasioni potevano farci male, ma in due è stato bravo Ospina. Le gerarchie in difesa del Napoli sono definite, ma non chiuderei a Manolas e Juan Jesus da centrale non da terzino, possono essere  cambi utili nell'arco della stagione. Vuoto di difensori in Italia in chiave Nazionale? Darei tanta fiducia a Bastoni, è il futuro della Nazionale per i prossimi anni. Bisogna puntare tanto su di lui. Può arrivare a livelli importanti, ha velocità, forza, di piede mancino, può diventare veramente fortissimo. Per me il difensore del futuro è lui. Romagnoli? Poteva essere un grande difensore, ma non ha confermato le premesse".

ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>