Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVII n° 39
sabato 26 settembre 2020, ore
CULTURA & GOSSIP
IL PREMIO - Sissy’s dream vince il Premio Speciale GIOTTO Super be-bè al Giffoni Film Festival 2016
25.07.2016 16:59 di Napoli Magazine

Sissy’s dream vince il Premio Speciale GIOTTO Super be-bè

 

al Giffoni Film Festival 2016.

 

E si prepara a partire verso un Festival Internazionale dedicato ai cortometraggi

 

 

Sissy è una bambina non vedente – lo spettatore si accorge della sua disabilità non appena la bimba apre gli occhi, nella primissima scena del corto – che vive una vita felice in cui il suo handicap non è un peso da trascinare, ma uno stimolo costante per lei e per chi le sta accanto. Lo short movie ci racconta una giornata qualunque della piccola protagonista, fatta di cose ordinarie e allo stesso tempo speciali, perché vissute con intensità: dal piatto di spaghetti al sugo, al suo sorriso al quale manca un dente, dai giochi al parco, al selfie con mamma e papà, al rapporto unico con il cane guida. Tutto questo ci ricorda che i limiti, spesso, sono solo delle barriere costruite dagli adulti. Arriva la sera e ritroviamo Sissy nella sua cameretta. In sogno (Sissy’s dream) la bambina cavalca in volo il suo cane – che ci ricorda il drago de La Storia Infinita – può vedere e vive un’avventura fantastica, continuando ad essere gioiosa e serena.

 

La delicatezza del trattamento narrativo di un tema complesso quale la disabilità nei bambini, l’animazione grafica e il sound design emotivamente coinvolgenti capaci di condurre lo spettatore nel mondo della piccola protagonista, ricco di serenità e di sogni straordinari sono gli elementi che hanno consentito al corto Sissy’s dream di aggiudicarsi la settimana edizione del Premio Speciale GIOTTO Super be-bè, assegnato all’interno della Categoria Elements +3.

 

Il Premio Speciale GIOTTO Super be-bè, nato nel 2010 come riconoscimento al miglior cortometraggio assegnato all’interno della categoria Elements +3 (dai 3-5 anni), dallo scorso anno ha una marcia in più ed offre al vincitore un’opportunità concreta di crescita.

 

Grazie alla vittoria, Fabrizio Gammardella (regista del film) potrà partecipare ad un Festival Internazionale dedicato ai cortometraggi e all’animazione*, un’occasione per promuovere il suo lavoro, intessere nuove relazioni e confrontarsi con altri film-maker. A simboleggiare la vittoria, la consegna del maxi matitone GIOTTO be-bè poggiato su un supporto raffigurante la pellicola cinematografica. 

 

Il premio rappresenta inoltre il marchio “svezzamente” di F.I.L.A. e il suo impegno quotidiano allo sviluppo della creatività dei bimbi dai due anni grazie a prodotti certificati e di ottima qualità.

 

*I vincitori del premio 2015 hanno partecipato, lo scorso giugno, al Festival di Annecy (uno dei più importanti del mondo) e hanno avuto l’opportunità unica di farsi conoscere a livello internazionale, valorizzando la creatività italiana.

 

L’Albo d’Oro del Premio:

 

2010:     

 

WHO’S BLEEDING di Jessica Laurén (Svezia)

 

2011:   

 

TORA CHAN di Davide Como, Claudia Cutrì, Stefano Echise, Valerio Gori (Italia)

 

2012:     

 

THE BOY AND THE MOON di Rino Alaimo (Italia)

 

2013:      

 

DOVE TI NASCONDI di Nadia Abate, Francesco Forti e Victoria Musci (Italia)

 

2014:

 

OBLÒ – AMAZING LAUNDRETTE di Martina Carossa, Ilaria Giacometti, Mathieu Narduzzi, Eura Pancaldi (Italia)

 

2015:

 

THE MODS di Antonio Padovan e Alessandro Portincasa (Italia)

 

F.I.L.A. (Fabbrica Italiana Lapis ed Affini), nata a Firenze nel 1920 e gestita dal 1956 dalla famiglia Candela, è una Società italiana e una delle realtà industriali e commerciali più solide, dinamiche, innovative e in crescita sul mercato. Dal novembre 2015, F.I.L.A. è quotata alla Borsa di Milano, segmento STAR. L’azienda, con un fatturato di oltre 275 milioni di euro al 31 dicembre 2015, ha registrato negli ultimi vent’anni una crescita significativa e ha perseguito una serie di acquisizioni strategiche, fra cui l’italiana Adica Pongo, la statunitense Dixon Ticonderoga, la tedesca LYRA, la messicana Lapiceria Mexicana, la brasiliana Lycin, l’inglese Daler-Rowney Lukas.

 

F.I.L.A. è l’icona della creatività italiana nel mondo con i suoi prodotti per colorare, disegnare, modellare, scrivere e dipingere grazie a marchi come Giotto, Tratto, Das, Didò, Pongo, Lyra, Doms, Maimeri e Daler. Fin dalle sue origini, F.I.L.A. ha scelto di sviluppare la propria crescita sulla base dell’innovazione continua, sia di tecnologie sia di prodotti, col fine di dare alle persone la possibilità di esprimere le proprie idee e il proprio talento con strumenti qualitativamente eccellenti. Inoltre, F.I.L.A. e le aziende del Gruppo collaborano con le Istituzioni sostenendo progetti educativi e culturali per valorizzare la creatività e la capacità espressiva degli individui e per rendere la cultura un’opportunità accessibile a tutti.

 

F.I.L.A. è attiva con 14 stabilimenti produttivi (due dei quali in Italia) e 22 filiali nel mondo e impiega circa 6.000 persone.

Loading...
ULTIMISSIME CULTURA & GOSSIP
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>