Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVIII n° 40
martedì 28 settembre 2021, ore
IN EVIDENZA
A DIMARO - "Osimhen mi ha regalato la maglia", il sogno avverato del piccolo tifoso azzurro
20.07.2021 18:33 di Napoli Magazine

Una scena da libro Cuore del mondo del calcio con protagonisti un piccolo tifoso del Napoli e Victor Osimhen, uno dei campioni della squadra del presidente De Laurentiis in allenamento in val di Sole. Teatro della scena il campo di Carciato dove gli azzurri stanno effettuando il ritiro precampionato sono a domenica prossima. E se è vero che il calcio nell’ultimo anno e mezzo, per resistere, ha dovuto presentare la triste immagine delle gare a porte chiuse, svuotate dalla passione, dal calore dei tifosi e dal contatto tra i sostenitori e i propri beniamini è altrettanto vero che quanto visto a Dimaro Folgarida riapre il cuore di chi ama questo sport.

 

LA SCENA: Stamani un bambino napoletano in vacanza Val di Sole con la sua famiglia ha esposto un cartellone denso di tenerezza per tutta la durata dell’allenamento: “Osimhen mi regali la maglia”. Un cartello talmente grande che più volte il piccolo è stato aiutato a sorreggerlo dal fratellino. Ma tanta fatica e speranza alla fine ha trovato un lieto fine.

 

Concluso il lavoro tecnico con Domenichini, vice di Spalletti, Victor ha parlato con il Ds Giuntoli e poi mentre camminava per rientrare negli spogliatoi ha fatto un cenno al piccolo Alessandro, come a dire aspettami. Nell’attraversare il campo ha appallottolato la sua maglietta d’allenamento e arrivato sotto la tribuna l’ha lanciata in alto. Verso il piccolo tifoso.

 

Una scarica di gioia per il piccolo Alessandro che qualche istante dopo si è fatto immortalare con il cartello modificato a penna: “Osimhen mi ha regalato la maglia”. Una scena non consueta nel mondo del milionario pallone e per questo capace di riportarci indietro nel tempo, ai sorrisi capaci di gioia tipici proprio dei bambini.

 

Scene non insolite nei ritiri calcistici in trentino, da sempre basati proprio sul rapporto tra tifosi e calciatori. Sempre a Dimaro Folgarida tre anni fa fu Mertens a rendere meravigliosa la giornata di un bambino che a tu per tu con il suo campione non riusciva ad immortalare il momento con la macchina fotografica a causa dell’emozione. Fu lo stesso Dries con un giornalista che aveva assistito alla scena ad aiutarlo scattando una foto con il cellulare e strappando al piccolo e ai genitori un sorriso che parve l’essenza naturale del vero tifoso calcistico.

 

E così mentre il Governo discute su come riaprire gli stadi, in Val di Sole (dove si allenano anche Cagliari e Spal, squadra oggi raggiunta dal sindaco tifoso Alan Fabbri) il calcio mostra che si possono ritrovare i sentimenti che lo rendono lo sport più popolare d’Italia.

 

Osimhen è l’idolo dei bambini è anche si è reso protagonista del bagno d’affetto allo store ufficiale del Napoli, firmando tantissimi autografi e, nel rispetto delle distanze, rendendosi disponibile per i selfie. C’è empatia tra l’attaccante nigeriano e i tifosi, soprattutto i più piccoli che si esaltano non solo per i suoi gol ma anche per il suo modo di giocare, comportarsi in campo combattendo su ogni pallone. È il sorriso, la forza di non perdere mai il gusto del divertimento quando si gioca a calcio, nonostante le pressioni a livelli così alti, a trascinare i più piccoli verso Osimhen.

 

GLI ALLENAMENTI: Zielinski, che è arrivato ieri, intanto lavora per mettersi al livello dei compagni sotto il profilo della condizione atletica, stamane ha fatto palestra guardando il focus tattico di Spalletti. La seduta più intensa ha riguardato i difensori che si sono esercitati con Francesco Calzona sui movimenti della linea a quattro.       

 

ULTIMISSIME IN EVIDENZA
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>