Anno XXI n° 8
mercoledì 21 febbraio 2024, ore
IN EVIDENZA
L'EX - Scarnecchia: "Ho avuto un infarto in Piazza Duomo, mi hanno preso per i capelli"
05.12.2023 22:43 di Napoli Magazine Fonte: Sport Mediaset

Grande spavento per Roberto Scarnecchia, ex attaccante (tra le altre) di Roma, Milan e Napoli. Il 65enne, come da lui stesso raccontato in un lungo video diffuso sui suoi canali social, è stato vittima di un infarto mentre passeggiava in piazza Duomo a Milano, ma se l'è cavata anche grazie al pronto intervento di un medico che passava per caso: "Domenica attorno alle 22 ho avuto un infarto mentre attraversavo Piazza Duomo a Milano - le sue parole -. Avevo parcheggiato l'auto per andare in albergo, ho sentito un fortissimo dolore al petto, mi sono seduto sui gradini di questo monumento meraviglioso e mi sono detto che se proprio doveva finire la mia vita, vabbè, vorrà dire che mi faranno delle foto con un monumento storico sullo sfondo...".

 

"Non è andata così per fortuna, perché vi sto parlando - ha proseguito -. È passata una coppia di fidanzati, lui era medico, mi ha chiesto se non stavo bene e se avevo mangiato. Gli ho risposto che stavo male e allora ha chiamato l'ambulanza che mi ha portato d'urgenza al San Luca. All'una di notte mi hanno fatto un intervento al cuore e mi hanno salvato la vita. Ci sono tantissimi tipi d'infarto, è come dire un incidente: puoi aver tamponato un auto o essere caduto in un burrone. A me si era occlusa una coronaria, avevo 170 di colesterolo, quindi non per quello. È una cosa che può capitare a tutti, mi hanno preso per i capelli, era un paio d'ore che il cuore era in sofferenza. Sono entrati con una sonda per liberarmi la coronaria e mettermi uno stent. È andata bene, non ho mai perso conoscenza, sono rimasto sempre sveglio, non ho avuto altri sintomi. Se posso dare un piccolo consiglio, a una certa età, anche se fate una vita sana come la mia, sport, alimentazione sana (magari dormo poco, quello sì...) ogni tanto fatevi una visita, un elettrocardiogramma, non costa niente. È un po' invasiva, magari si perdono un paio d'ore in un anno ma ti salva la vita".

ULTIMISSIME IN EVIDENZA
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>