Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIX n° 33
domenica 14 agosto 2022, ore
IN EVIDENZA
L'EX - Turrini: "Il Napoli è la squadra più competitiva per lo Scudetto, anche come rosa"
01.12.2021 13:10 di Napoli Magazine

A “1 Football Club” su 1 Station Radio, è intervenuto Francesco Turrini, ex calciatore del Napoli ed ex allenatore in seconda del Sassuolo: “È il campionato più equilibrato degli ultimi dieci anni. In testa l’Atalanta dimostra che anche in questa stagione potrà dire la sua, mentre in coda non mi spiego come rose del calibro di Cagliari e Genoa siano lì. Mi dispiace per la Salernitana, ma loro sono partiti in ritardo rispetto alle altre e sono ancora presi dai problemi societari. Il Napoli è la squadra più competitiva per lo Scudetto, anche come rosa. Milan segue a tre punti, Inter ed Atalanta a quattro. Gli azzurri, anche senza Osimhen, faranno strada perché i ricambi sono all’altezza della situazione, come dimostrato contro la Lazio. Mertens non lo scopro di certo io. La Roma è troppo ballerina per poter dire la sua. Insidie Sassuolo? I neroverdi in casa hanno perso qualche partita, ma giocano davvero bene. Quando Scamacca, Berardi e Raspadori sono in giornata possono fare male. Non c’è mai una gran cornice di pubblico al Mapei Stadium, ma i ragazzi di Dionisi saranno gasati dalla vittoria contro il Milan, anche se è arrivata con qualche decisione arbitrale a favore, tipo la mancata espulsione di Raspadori. Abbiamo chiesto a gran voce arbitri che non fossero legati a situazioni strane avvenute in passato, quindi ci sta che dobbiamo dare tempo ai giovani fischietti di maturare. Ciò che non mi piace è che non ci sia una linea di giudizio univoca. ADL? Ho vissuto gli anni più brutti del Napoli a livello societario, per questo dico che è fondamentale avere uno come De Laurentiis che garantisce solidità alla squadra ed a tutto l’ambiente. Non è un caso che dopo un po’ di anni di gestione sua, i partenopei siano al primo posto in classifica. Mi auguro che gli azzurri vincano lo Scudetto perché se lo meritano, così come mi auguro che Insigne resti a vita azzurro, anche lui merita di essere una bandiera. Però, se dovessi scegliere tra Scudetto e rinnovo del capitano, sceglierei sempre il titolo per la mia squadra del cuore”.

ULTIMISSIME IN EVIDENZA
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>