Anno XXI n° 9
lunedì 26 febbraio 2024, ore
IN EVIDENZA
SKY - Marchetti: "Meret sbaglia sul tiro di Paz, ma l'errore più grande è di Kvaratskhelia"
30.11.2023 15:43 di Napoli Magazine

Luca Marchetti, giornalista ed esperto di mercato, ha rilasciato alcune dichiarazioni a "Forza Napoli Sempre" su Radio Marte: “Meret sul banco degli imputati? Sicuramente sul gol ha commesso un errore, ma ci sono parziali giustificazioni: il pallone rimbalza, lo vede partire in ritardo. Quello di Kvaratskhelia, mi è parso un errore più grave di quello di Meret. Ogni volta che si prende gol con evidenza dell’errore del portiere, il portiere finisce sempre sul banco degli imputati, quando sbaglia un attaccante l’errore passa più sotto silenzio. Napoli squadra inadeguata a recitare ruolo di primo ordine? Il Napoli ha dei limiti soprattutto se confrontato con dei giocatori straordinari come quelli del Real Madrid che ci ha messo un attimo con due giocatori a ribaltare la partita e chiuderla. Il calcio italiano non è quello degli anni 2000, il ruolo della Serie A è cambiato: siamo distanti anni luce per capacità di spesa e di investimento dalle corazzate inglesi, spagnole e tedesche. Sono tutte le italiane che avranno difficoltà con queste compagini, non solo il Napoli. Ieri gli azzurri sono stati puniti troppo severamente, ma contro certe squadre puoi fare anche partite eccezionali ma il risultato può essere ribaltato in ogni momento. Bellingham? Non c’è prezzo per questo calciatore, è straordinario, in questo momento forse il migliore al mondo. Zielinski, futuro lontano da Napoli? Dal 1° gennaio può firmare per un altro club. Inter e Juve, le più accreditate al momento in Italia, possono offrirgli ingaggi di livello come il calciatore merita. Ma in Europa ce ne sono altre ingolosite da Zielinski a parametro zero. È un peccato che il Napoli non abbia deciso di puntare nuovamente su di lui, il cui cartellino tra l’altro è stato ammortizzato da tempo. Il club di De Laurentiis ragiona in questi termini: non rinnova solitamente i giocatori poi non vendibili. È un ragionamento che ci può stare ma che è anche rischioso, perché poi bisogna andare a trovare un giocatore in grado di sostituirlo”

ULTIMISSIME IN EVIDENZA
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>