Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVII n° 8
lunedì 17 febbraio 2020, ore
IN PRIMO PIANO
IL VICE - Napoli, Luigi Riccio: "La Champions? Pensiamo al Lecce"
04.02.2020 00:35 di Napoli Magazine

GENOVA - Luigi Riccio, vice allenatore del Napoli, ha parlato a Sky e in Press Conference dopo la vittoria sulla Sampdoria. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine": "La gara l'avevamo incanalata bene, poi dopo l'eurogol di Quagliarella la partita si è sporcata un po'. Dovevamo difenderci meglio, tenendo palla. Sappiamo da dove veniamo. Abbiamo avuto tantissime difficoltà. Chi ha tenuto botta nelle scorse settimane, ha fatto il possibile per farsi trovare pronto. Demme? L'abbiamo recuperato nelle ultime ore, era stato colpito da un virus influenzale negli ultimi giorni. Abbiamo avuto difficoltà, allungando le distanze dopo il gol del 2-1. Abbiamo perso alcune certezze. In quei momenti lì dobbiamo lavorare meglio. Se decidiamo di andare in pressione alta lo dobbiamo fare in un certo modo. Anche 15 metri dietro non succede nulla. La Champions? Pensiamo al Lecce, non ci facciamo distrarre da altre cose. Vittoria meritata, pienamente, l'abbiamo messa in discussione dopo il loro gol perché fino a quel momento la stavamo interpretando bene. Era quello che volevamo fare, poi dopo il 2-1 ci siamo allungati, abbiamo perso un po' le distanze e loro hanno hanno preso fiducia buttando questa palla lunga sui loro attaccanti. Questo non deve succedere, dobbiamo tenere botta e difenderci meglio, come sappiamo fare, tenendo palla e facendo passare quel momento di pressione. E' un percorso, lo stiamo facendo e siamo avvantaggiati dalla disponibilità che ci dà la squadra. Quel Napoli di anni fa non è replicabile, ma i giocatori hanno qualità e possiamo fare cose buone anche con interpretazioni diverse. Sono tutti recuperati, chiaramente dopo un'inattività non puoi buttarli subito dentro, ma hanno fatto di tutto per esserci. In alcuni momenti devi soffrire, sacrificarti, non bisogna vergognarsi di questo e aiutarsi, tenere botta e restare uniti, poi è chiaro che la prima arma resta sempre la qualità".

Loading...
ULTIMISSIME IN PRIMO PIANO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>