Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVI n° 33
domenica 18 agosto 2019, ore
IL SONDAGGIO
MERCATO - Napoli, serve il bomber o va bene Milik prima punta?
Serve il bomber
Va bene Milik prima punta
RISULTATI
VOTA
IN PRIMO PIANO
L'ANALISI - Carlo Ancelotti: "Mertens con noi anche l'anno prossimo, Insigne? Se resta siamo contenti, Younes si consacrerà, non arriveranno top player con stipendi esagerati"
28.04.2019 15:38 di Napoli Magazine

FROSINONE - Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, ha parlato a DAZN, Sky e in Press Conference dopo la vittoria sul Frosinone. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine": "Era importante vincere, nella seconda parte del match abbiamo sofferto un pò, chiudiamo bene il campionato. Lo scontro con l'Inter? L'obiettivo è arrivare secondi, ci sono 4 partite da giocare al massimo delle nostre possibilità. Puntiamo ad arrivare ad 80 punti. Serve più cattiveria nelle finalizzazioni. Tra gli obiettivi futuri c'è questo. Tanti pali colpiti. Mertens mi piace sempre, anche quando non gioca, ha un atteggiamento positivo: complimenti a lui che ha raggiunto come numero di gol Maradona, lo merita. Mertens il prossimo anno con noi? Si, c'è lui, è un giocatore importante per l'atteggiamento che riesce a trasmettere ai compagni. Younes? Ancora non ha raggiunto la condizione ottimale. Ha mostrato cosa sa fare, è formidabile nell'uno contro uno. La prossima stagione sarà quella della consacrazione per lui. Younes è un acquisto in più per il prossimo anno. Siamo la squadra che ha preso più pali nella storia del calcio. Maglia rilanciata a Callejon dai tifosi e striscioni polemici in città? Non so. La società è già solida da prima del mio arrivo. Il giocatore che guadagna 10 milioni di euro non può arrivare, per questo bisogna investire su giovani come Meret e Fabian. Sono giocatori che non hanno ingaggi che ti rompono i bilanci. Si può vincere lo stesso, ma serve più tempo. La squadra migliorerà, faremo acquisti mirati. L'identità si acquisisce con la conoscenza, sia quando attacchi che quando difendi. Nella prima parte della stagione abbiamo fatto bene. Insigne? Mi auguro che possa essere disponibile domenica. L'obiettivo di tutti è di finire bene la stagione. A fine stagione parleremo con tutti. Se Insigne sarà contento di restare a Napoli saremo contenti anche noi. Insigne è stato determinante per il nostro primo periodo della stagione, come Allan, Koulibaly e Fabian. E' vero che non si puo' comprare il top player che guadagna una barca di soldi ma non abbiamo nemmeno la necessità di vendere i nostri giocatori. Gaetano nelle prossime partite? È un'opportunità che ha e credo che meriti, sta mostrando qualità ed impegno in allenamento. È una considerazione che si può fare, la vittoria di oggi ci permette di fare un passo importante per il secondo posto. Zielinski può essere un'ottima alternativa in quella posizione. Lo striscione contro me e la società? Se i tifosi si lamentano del progetto, al di la' di alzare le coppe, vogliamo dargli soddisfazioni, è uno stimolo per me e la società. Mercato? Ho molto rispetto della società, dal presidente che caccia i soldi a Giuntoli. Non mi sento di dire che sarà la campagna acquisti mia, ma di persone che vogliono bene al Napoli. Fabian Ruiz non è ai livelli di novembre. Ha avuto l'inizio dell'anno molto buono. La fatalità è stata la prima convocazione in Nazionale, quando gli è salita alta la febbre. Faremo accorgimenti a centrocampo, ma non cerchiamo il regista classico perchè possiamo alternare Allan, Fabian e Zielinski. La negatività esterna? Non possiamo controllarla, dobbiamo essere vigili. La società lavora. Noi ci mettiamo impegno e dedizione. Younes è stato il migliore in campo".

Loading...
ULTIMISSIME IN PRIMO PIANO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>