Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVII n° 39
martedì 22 settembre 2020, ore
IN PRIMO PIANO
MERCATO - Cammaroto svela a "NM": "Mertens sposa il Napoli, all'Inter non avrebbe avuto la certezza di giocare titolare, Milik in uscita, si avvicina Everton, arrivano conferme dal Brasile, gli farà spazio Lozano, si allontana Boga, per Koulibaly non si scende sotto i 100 milioni, individuato l'eventuale sostituto, pista segreta"
19.05.2020 18:14 di Napoli Magazine

NAPOLI - Mertens sposa il Napoli. La svolta è arrivata ieri nelle ultime 48 ore quando il belga ha tirato le somme sul suo destino calcistico scegliendo di restare a Napoli. Lo avevamo detto che il Napoli aveva fatto le sue mosse e che la palla ora passava a Dries, con la svolta soltanto in caso di un passo indietro del giocatore è così è stato. La questione va oltre i numeri e c'è un retroscena che non è ancora emerso ma è la vera chiave di tutto. Al di là dei 4 milioni di ingaggio per due anni e il premio alla firma, oltre a una serie di bonus legati alle presenze e alle marcature, è il desiderio di Mertens di essere protagonista e non comprimario che ha spostato la bilancia della partita. Mertens aveva raggiunto un accordo verbale con l'Inter ma aveva anche chiesto garanzie tecniche a Marotta, una maglia da titolare accanto a Lukaku: una certezza che i nerazzurri non hanno dato, spiegando che la volontà di Conte era quella di mettere in organico Mertens in organico con un ruolo importante ma non da inamovibile, posizionandolo al posto di Sanchez che non verrà riscattato. E quindi l'Inter intende prendere anche un'altra punta fisica e non a caso si parla di Werner o Cavani. A quel punto Mertens ha deciso di fare un passo indietro e restare a Napoli, dove gli viene garantito un ruolo di primo piano, ha la stima di Gattuso e l'affetto della piazza.

 

Mertens si aggiungerà ai confermati Insigne, Politano e Petagna, che avrà un ruolo importante e per la centesima volta ripetiamo non verrà dato via per uno scambio con Belotti che non è nei piani di Adl e Giuntoli e meno che mai di Gattuso. A questo punto Milik è in uscita ma se la Juve o altri lo vorranno dovranno pagare cash e senza contropartite. Un dettaglio non secondario: con la permanenza di Mertens e la presenza di Petagna come boa centrale alternativa, non arriverebbe più un attaccante centrale da area ma uno in grado di giocare sull'esterno e che abbia caratteristiche di essere un jolly in attacco.

 

L'altra importante notizia che arriva in queste ore e che si può confermare è quella di Everton che si avvicina al Napoli, a riprova che invece si allontana Boga sul quale il Sassuolo chiede troppo e spara una richiesta non inferiore a 35 milioni. Su Everton il Napoli ha accelerato e mi arrivano conferme dirette dal Brasile in tal senso. Giuntoli aveva già incassato il gradimento totale del calciatore, entusiasta di poter vestire la maglia azzurra. C'è il via libera del Gremio alla proposta del Napoli con un assenso di massima a una proposta di poco inferiore ai 25 milioni e sulla quale adesso però gli azzurri hanno chiesto tempo per poter iniziare a creare le condizioni necessarie a fare l'operazione. Il brasiliano è un extracomunitario e va liberato il posto in rosa per lui. Gli farà spazio Lozano, per il quale Raiola si sta muovendo in Europa e sul quale non c'è soltanto l'Everton di Ancelotti. Il Napoli ha la necessità di accelerare le operazioni in uscita che riguardano una serie di pedine che in attacco non verranno confermate e tra queste ci sono Younes e il rientrante Ounas.

 

Attenzione alle novità che arriveranno nei prossimi giorni su Koulibaly. La partenza è sempre un'ipotesi ma la prudenza è d'obbligo e dovrebbe insegnare qualcosa a chi dava già Mertens all'Inter e continua a sbilanciarsi su questa vicenda. Magari il senagalese partirà sul serio e domani cambia il mondo ma ad oggi non c'è nulla di concreto in corso. Arrivano ulteriori segnali sulla volontà di De Laurentiis, chiara e netta, di non fare sconti sull'eventuale cessione del giocatore in un'estate in cui il mondo sarà dentro una grande crisi economica e dopo una stagione al di sotto del valore effettivo del giocatore. Non si scende sotto i 100 milioni. Liverpool e PSG al momento molto lontani da quella soglia. Solo voci e rumors alimentati anche da intermediari su Gabriel del Lille. Il vero obiettivo del Napoli se alla fine partirà Koulibaly è un difensore comunitario di 25 anni sul quale il pressing azzurro è totale ed è una pista ancora segreta che Giuntoli è stato bravo a non far emergere perché il rischio è quello di un'asta.

 

 

Emanuele Cammaroto

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

Loading...
ULTIMISSIME IN PRIMO PIANO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>