Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XV n° 47
martedì 20 novembre 2018, ore
IN PRIMO PIANO
VIDEO CONFERENCE - Carlo Ancelotti: "Cavani o Ibra? Sarebbe irrispettoso parlarne, titolari? Ne cambio tanti, è un Napoli che mi dà emozione"
01.11.2018 13:19 di Napoli Magazine

CASTEL VOLTURNO (CE) - Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Empoli. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine".

 

 

 

- Chi è l'anti Juve?

 

"Ci sono parecchie squadre che aspirano ad esserlo. L'Inter, come noi, si è avvicinata alla Juve. Si avvicina anche il Milan. Piu' competitivita' c'e' e piu' si abbassa la quota scudetto".

 

- Insigne può essere preservato in vista del Psg?

 

"No, se ci sarà turnover sarà fatto solo per mettere i più in forma in campo. Non ci pensiamo al Psg, sarà lo stesso Napoli, anche se cambieranno gli interpreti. Forse giocheremo con più intensità, rispetto alle gare precedenti".

 

- In cosa può migliorare Milik?

 

"Da Milik ci si aspetta di piu' perche' e' un attaccante e ha bisogno di fare gol. Contro la Roma ha dato il suo contributo dal punto di vista fisico. Agli attaccanti non chiedo il gol ma di muoversi in sintonia con gli altri. Milik lo sta facendo".

 

- C'è paura di dire che siete l'anti Juve?

 

"No, le responsabilità ci sono, perchè la responsabilità di lottare fino alla fine c'è. La Juve e' candidata a vincere il campionato, se la superi sei candidato a vincere il campionato".

 

- Che insidie nasconde la gara con l'Empoli?

 

"La concentrazione deve essere massimale. In allenamento la squadra mi ha dato fiducia e sicurezza. Sono convinto che riusciremo a fare una partita su livelli precedenti".

 

- Inizia un campionato diverso da adesso a Natale?

 

"Un primo bilancio si puo' fare alla fine del girone di andata. Finora abbiamo avuto un campionato sulla carta non facile. Ma le piccole hanno portato via punti. La Spal e il Parma ad esempio contro l'Inter, quindi non c'e' nulla di preciso da pronosticare".

 

- Questo è il Napoli che voleva?

 

"Non mi piace dire "il mio Napoli". Tanti allenatori dicono quando non giochi bene: "Non e' il mio Napoli". E' sempre la squadra dell'allenatore, anche quando fa schifo. Le insidie sono dietro l'angolo. In un attimo i momenti buoni possono diventare complicati. E' un Napoli che mi dà emozione".

 

- Fabian puo' migliorare?

 

"E' un ragazzo giovane, l'ambientamento lo puo' migliorare. Le qualita' le ha".

 

- Ghoulam si avvicina al ritorno in campo?

 

"Con cautela si sta avvicinando. Useremo tutte le cautele del caso. Sta lavorando completamente con la squadra. Stiamo usando tutte le necessarie cautele".

 

- Deve diventare più cinico il Napoli? Bisogna prendere meno gol...

 

"Siamo penalizzati dai 5 gol presi da Samp e Milan. Dopo le cose sono andate meglio, soprattutto in difesa. Recuperiamo palla piu' avanti, rispetto a prima. In fase d'attacco dobbiamo essere piu' efficaci nelle finalizzazioni, coprendo di piu' sui cross".

 

- E' meglio essere in 3 nella volata finale?

 

"Se lo dice un ciclista come Cassani, forse c'e' piu' incertezza".

 

- Koulibaly e' sul podio dei tuoi migliori difensori allenati? 

 

"Sergio Ramos, Maldini, Nesta, Stam, Terry, Cannavaro, Thuram, Thiago Silva sono tutti forti. Koulibaly è uno dei migliori centrali del mondo e tra i piu' bravi che ho allenato".

 

- Con i polacchi al top e il recupero di Ghoulam si puo' ambire allo scudetto?

 

"Con Ghoulam possiamo alternare di piu' Mario Rui. Sono soddisfatto di Milik e Zielinski. La forza di questa squadra la conoscono in pochi. C'è la possibilità di migliorare ulteriormente".

 

- La prevendita per l'Empoli non e' da tutto esaurito...

 

"Abbiamo giocato con la Roma in casa, ora c'e' l'Empoli e poi il Psg. Non e' da tutti poter acquistare tutti i biglietti. Probabilmente il tifoso del Napoli ha scelto di supportarci di piu' col Psg".

 

- C'è un desiderio che Ancelotti vorrebbe realizzare?

 

"Vorrei allenare una squadra che ho piacere di allenare, ed e' una realta'. Sono in un bell'ambiente. Riuscire a esprimere le proprie qualità". 

 

- I due pari con Roma e Psg possono portare via certezze?

 

"Meritavamo di vincere. Serve più attenzione. Non dobbiamo ricadere. Giocare bene non è facile".

 

- Mertens sarà titolare?

 

"Lui ha il desiderio di giocare dal primo minuto. Una volta nel calcio non c'erano le sostituzioni. Gli attaccanti sono sotto battuta, sono i giocatori piu' facili da cambiare. E' difficile cambiare un difensore. Non è la quantita' ma la qualita'. Dries ha giocato 30 minuti, e' in forma, ha ritrovato una ottima condizione fisica e mentale".

 

- Ne cambierà 6 contro l'Empoli?

 

"Lasciate perdere, non indovinerete mai. C'è molto lavoro".

 

- Ibrahimovic e Cavani sono solo sogni di mercato?

 

"In questo momento non stiamo parlando di mercato. I giocatori che sono qua mi soddisfano a pieno. Sarebbe poco rispettoso parlarne".

 

- Il punto sugli infortunati...

 

"Ounas e Rog sono convocati. Luperto convocato col Psg. Verdi sarà pronto dopo la gara col Psg. Meret è quasi pronto, e' molto vicino. Ounas si e' ripreso. Younes e' un po' piu' dietro di Ghoulam. Sta lavorando a pieno regime, probabile a fine mese".

 

- Come si diventa allenatore da 3 stelle Michelin?

 

"Napoleone diceva che preferiva avere generali fortunati e non bravi, probabilmente ho avuto culo".

 

Antonio Petrazzuolo

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com 

Loading...
ULTIMISSIME IN PRIMO PIANO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>
VEDI TUTTI I GIOCHI
RISULTATI E CLASSIFICHE IN DIRETTA >>> by Livescore.in