Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVIII n° 5
martedì 26 gennaio 2021, ore
IN PRIMO PIANO
VIDEO CONFERENCE - Napoli, Gattuso: "Nessun litigio con la squadra, la responsabilità è mia", Koulibaly: "Siamo al 100% con il mister!"
25.11.2020 14:00 di Napoli Magazine

NAPOLI - Rino Gattuso e Kalidou Koulibaly hanno parlato in Press Conference, alla vigilia della sfida di Europa League tra Napoli e Rijeka. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine".

 

 

Rino Gattuso, allenatore del Napoli: "Nella mia squadra devono pensare a lavorare. Firmiamo contratti importanti, con cifre importanti e siamo tutelati. Se si pensa a questo andiamo alla ricerca degli alibi. Vivo questo lavoro a 300 km/h. Lo faccio con grandissima voglia. Serve voglia e passione. Troppo facile parlare di stipendi, vedo una squadra che mi segue e che, numeri alla mano, sta giocando un grandissimo calcio. Serve piu' malizia e cattiveria agonistica. Se qualcuno a Napoli pensava che dovevamo fare 130 punti si sbagliava. Possiamo fare meglio, la strada intrapresa mi piace molto. Quello che è stato scritto e chi l'ha scritto non e' tutto vero. Non ho litigato con la squadra, non c'è stato nessun litigio. Vedo impegno da parte di tutti. E' chiaro che tutto questo spesso non basta. Non possiamo giocare solo di fioretto, l'ho detto ai ragazzi. La lettura delle partite è fondamentale. Pur non giocando un grandissimo calcio eravamo la'. Dobbiamo annusare il pericolo. Serve mettere l'elmetto. Forse non mi esprimo benissimo in italiano. A Sky ho detto che la responsabilità era mia. Non ho massacrato nessun giocatore, la responsabilità è la mia. Certe volte si puo' giocare anche male ma serve piu' agonismo. Problema di approccio mentale alle partite? Forse si. Ne sto parlando con il mio staff. Bisogna migliorare. La squadra ha qualità. Il primo tempo col Rijeka e quello col Benevento ne sono una dimostrazione, solo una grande squadra recupera, la mia squadra è tanta roba. Ci sono tante altre. Va giudicato il volume di gioco. Per diventare una squadra forte manca questo passaggio per vincere le partite. Non è solo la questione di tirare meglio, ma come ci arrivi al tiro. Ho fatto vedere 7 clip, si sbaglia l'appoggio. Dries difficilmente sbaglia 4-5 occasioni da quelle posizioni. A livello balistico stiamo facendo qualcosa in più. Giocando ogni tre giorni non si puo' fare molto di piu'. In tutti i dati siamo nelle prime posizioni. Non mi preoccupa la qualità di squadra, dobbiamo leggere bene la situazione quando non abbiamo la palla. Le prestazioni ci sono ma dobbiamo metterci qualcosa in più. Politano vicino a Mertens? Rifarei questa scelta tutta la vita, la rifarei. Col Sassuolo l'ha fatta piu' di una volta. Non vado tutti i giorni a muso duro. Ci sono momenti di dire bravo, di dare la carezza e di mandare a fan*ulo. Non dobbiamo pensare a quanto siamo bravi. Non stiamo sempre a pensare a quello che fa il compagno. Sono orgoglioso di allenare questa squadra, bisogna solo aggiustare questo modo di stare in campo. Tutto quello che viene fuori, qualcosa c'è di vero, ma il resto non sta nè in cielo e nè in terra".

 

Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli: "Mancanza di carattere? Non ho niente da rispondere. Era una gara importante, siamo consapevoli di quello che abbiamo sbagliato. A livello di leadership non ci sono stati problemi. Ci sono stati episodi durante la partita. Abbiamo pensato al rettangolo verde, sappiamo cosa abbiamo sbagliato e lavoriamo su questo. Abbiamo concesso poco al Milan. Loro hanno fatto gol con Ibra, un giocatore difficile da marcare. Sul terzo volevamo ribaltare la partita. Ci sono state occasioni. Tante critiche alla nostra squadra, ma per me sono motivazioni. Non ci sono problemi in questo gruppo, nè con lo staff nè con nessuno. Sappiamo che sarà difficile, anche domenica con la Roma. Dobbiamo mettere tutto a posto. Siamo tutti tranquilli. Il mister sa che siamo al 100% con lui, noi siamo sempre a disposizione. Per me tutte le chiacchiere che ci sono rappresentano una motivazione. Nessuno sa cosa succede nel nostro spogliatoio, lo dimostreremo sul campo. Vedo che la gente ha paura di noi. Se tutte le polemiche succedono dopo una sconfitta significa che tutti hanno paura di noi".

 

Antonio Petrazzuolo

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

Loading...
ULTIMISSIME IN PRIMO PIANO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>