Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVII n° 22
lunedì 25 maggio 2020, ore
IL SONDAGGIO
SONDAGGIO NM - Coronavirus, come state trascorrendo le ore a casa?
Leggendo le News dei giornali online
Libri
Social Networks
Serie Tv, Netflix, Tv
Videogames
RISULTATI
VOTA
TUTTI IN RETE
CORONAVIRUS - Burioni: "Infettare volontari vaccinati, così la sperimentazione si ridurrebbe da un anno a pochi mesi, virus meno contagioso al Sud forse per il clima più mite, mascherine per tutti, servono più test, le zanzare non trasmettono questo virus"
13.04.2020 13:33 di Napoli Magazine

NAPOLI - Il virologo Roberto Burioni ha rilasciato un'intervista a "Che tempo che fa", programma di Fabio Fazio su Rai 2. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine": "Siamo stati bravi. Gli italiani, in grandissima parte, sono stati responsabili e hanno fatto di tutto per non trasmettere questo virus. I risultati sono molto positivi, non li vediamo dai numeri. Quello che stiamo imparando è che la contagiosità è molto superiore a quella che pensiamo. Una gran parte dei contagi vengono da persone senza sintomi o con sintomi insignificanti. Un'altra cosa che abbiamo appreso è che questa malattia in alcuni casi, dura un mese, più di un mese. Non possiamo rischiare di far uscire delle persone che ancora sono contagiose. Sintomi da coronavirus ma nessun tampone? I pazienti possono eliminare il virus per un periodo molto lungo e noi semplicemente dicendogli aspetta 14 giorni e poi esci di casa, corriamo il rischio che queste persone in perfetta buona fede escano di casa quando ancora sono contagiose. Se ci si può riammalare? Non lo sappiamo. Tutte le infezioni respiratorie virali che conosciamo danno un certo grado di protezione, quindi speriamo che questa non sia la prima eccezione che conosciamo. Perchè si rimane così a lungo contagiosi? Perchè questo virus riesce a permanere in presenza di una risposta immune nel nostro organismo e questo è anche il motivo per cui è così pericoloso perchè il rapporto che ha col sistema immunitario è molto ambiguo e dannoso per noi. La malattia può lasciare qualche segno o danneggiare in modo permanente qualche organo? I primi pazienti guariti li vediamo adesso, ne vediamo molti che si riprendono molto bene, con molta lentezza perchè è un virus che tarda a guarire, lascia debilitate le persone per molto tempo, ma per ora vediamo la gran parte di guarigioni complete. Perchè al Sud il virus è apparentemente meno contagioso? Non lo sappiamo con precisione, potrebbe essere che sono arrivate meno persone, che alcune misure di chiusura sono state implementate quando gli infettati erano di meno, però c'è una speranza che noi abbiamo, una ragionevole speranza, che come accade per tutti i virus respiratori, questo virus che ci sta rovinando la vita si trasmetta meno in climi un pochino più miti, se così fosse ci aiuterebbe molto la vita perchè vorrebbe dire che il contagio, come succede ad esempio per il raffreddore, si attenuerà nei prossimi mesi, ma se questo dovesse accadere, dobbiamo stare pronti perchè potrebbe tornare in autunno. Quello che stiamo imparando, perchè ricordiamoci che questo virus lo abbiamo visto per la prima volta in Italia il 20 febbraio scorso, è che la contagiosità è molto superiore a quella che pensiamo e soprattutto, una gran parte dei contagi vengono da persone senza sintomi o con sintomi insignificanti. Questo significa che tutti quanti dobbiamo considerarci potenzialmente infettivi. Allinizio dicevamo le mascherine servono solo ai malati, quello che abbiamo imparato in queste settimane è che tutti dobbiamo considerarci malati, perchè tutti potremmo essere infettivi, quindi d'ora in poi quando usciremo, tutti dovremo portare le mascherine. La contagiosità dura più di 14 giorni? Dal momento in cui una persona viene infettata l momento in cui sviluppa i sintomi, solitamente sono 6-7 giorni, però sappiamo che i tre giorni precedenti, quando ancora i sintomi non ci sono, la persona è contagiosa. L'altra cosa che abbiamo imparato è che in alcuni casi, non molti, il virus viene eliminato per un tempo molto lungo, addirittura per 30 giorni dopo l'inizio della malattia, questo rende ancora più importante la disponibilità di potere verificare con un tampone che la persona è effettivamente guarita. Sappiamo che ci serve la capacità di fare tantissimi test sia per cercare il virus che per cercare gli anticorpi e la possibilità di tracciare e isolare tutti i contagi, app di tracciamento? Sì e anche l'isolamento, non possiamo continuare ad isolare le persone a casa loro, perchè chi ha una casa di 400mq magari riesce ad isolarsi bene ma le persone normali che vivono in un appartamento normale magari trasmettono la malattia ai loro familiari. Non è il caso di metterli nelle RSA? No, le RSA sono le zone più vulnerabili, mettere una persona infetta da questa malattia in una RSA senza una adeguatissima protezione, è come mettere un cerino in un deposito di benzina. Le zanzare possono trasmettere molti altri virus. Questo virus non si replica nelle zanzare. Dobbiamo preoccuparci di molte vie di contagio, ma le zanzare, per fortuna, non sono rilevanti. C'è una grossa novità che potrebbe cambiare il futuro dei vaccini. In generale, in tempi di non pandemia, per capire che un vaccino funziona, si prendono 4mila persone, 2mila si vaccinano, 2mila non si vaccinano e si seguono nel tempo per vedere se tra i non vaccinati c'è un'incidenza maggiore della malattia. Questo richiede molto tempo. Ora si sta cominciando a parlare della possibilità di sperimentare il vaccino su dei volontari. Si prendono delle persone giovani, persone che non dovrebbero avere un grande danno dall'infezione, si vaccinano e poi si prova a infettarle. Se questo venisse eticamente accettato, perchè è un discorso etico, non scientifico, potremmo ridurre quell'anno a pochi mesi. Questo vaccino si basa su questa proteina chiamata "spike", noi abbiamo conosciuto l'esistenza e la sequenza genetica di questa proteina il 10 gennaio e già abbiamo un vaccino che  stato sperimentato, la scienza sta andando ad una velocità mai conosciuta prima. Forse le previsioni rivederle al meglio perchè una cosa simile non si è mai vista".

 

Loading...
ULTIMISSIME TUTTI IN RETE
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>