Anno XXI n° 9
martedì 27 febbraio 2024, ore
VIDEO
VIDEO CONFERENCE - Napoli, Mazzarri: "Dal 2024 mi aspetto di invertire la rotta, Mazzocchi è un jolly, Simeone? Forte come Raspadori, Osimhen e Kvaratskhelia da tutelare"
06.01.2024 11:44 di Napoli Magazine

CASTEL VOLTURNO (CE) - Walter Mazzarri, allenatore del Napoli, ha parlato in Press Conference alla vigilia della sfida col Torino. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine".

 

 

- Cosa si aspetta dal 2024?

 

"Vorrei che si invertisse la rotta. Contro il Monza avrei voluto la vittoria. Spero che il prossimo anno si possa fare meglio".

 

- E' arrivato Mazzocchi, cambio di modulo in vista?

 

"E' un ragazzo eccezionale, ha una voglia incredibile di spaccare il mondo. Chi arriva qui deve essere piu' che motivato. Va data la carica giusta anche a chi si addormenta un po'. Di Lorenzo non aveva un ricambio. Mazzocchi e' un jolly, puo' fare anche altre cose, bene così, sono contento. Siamo un po' in emergenza".

 

- Juan Jesus e' in dubbio?

 

"Da Bergamo sono successe tante cose. Speravo che il 2024 iniziasse meglio. Sono tante le assenze. Parlo con Jesus e vediamo se lo recuperiamo. Ci sono tanti assenti e tanti in dubbio. Gaetano proverà in giornata".

 

- Pensa di cambiare modulo di gioco?

 

"Col Monza abbiamo finito col 4-2-4. Gli esterni erano Anguissa e Gaetano. Lo sforzo per vincere è stato fatto. Ricordate quando vincevamo all'ultimo con Mascara e Lucarelli, o Lavezzi e Cavani. Gli assist sono stati fatti da Kvara per Raspadori. Lo stesso ha fatto Simeone per Gaetano. Ai ragazzi ho detto che se andiamo avanti cosi' i risultati e i gol arriveranno. Avrei dovuto parlare anche dopo la partita col Monza. Tatticamente ho sentito delle cose assurde tutta la settimana. Zerbin ha fatto tutta la fascia come ha fatto Politano. Kvara rientra meno con me. Lozano non c'è più. Non abbiamo giocato a tre col Monza. Se sei a 4, e ti attaccano a 5 poi resta un buco".

 

- Simeone puo' trovare piu' spazio contro il Torino?

 

"Il Torino e' una signora squadra. Avevano Sanabria, hanno preso Zapata. Dobbiamo metterli in difficolta', provando a fare come gioco la stessa partita vista col Monza. Simeone l'anno scorso ha giocato solo Napoli-Milan 4-0. Simeone e' un grandissimo giocatore. Se penso di attaccare la profondita' il Cholito e' piu' simile a Osimhen. Anche Raspadori e' un ottimo giocatore. Fino all'ultimo decidero' in base a cosa intendo fare, in attesa che torni Osimhen. Quando? Vedo in base al momento".

 

- In cosa si puo' migliorare?

 

"La squadra subisce meno palle gol. Anche con l'Inter, nel primo tempo, avevamo fatto molto bene. Contro il Monza siamo arrivati davanti al portiere 5-6 volte. Dato che mancano 7-8 titolari bisogna stringere un po' i denti, senza essere troppi pignoli. Il pareggio col Monza ha cambiato i giudizi e lo dobbiamo accettare".

 

- Il Napoli e' la squadra più bassa del campionato, incide quest'aspetto sul rendimento della squadra?

 

"L'altezza non conta nulla. Mi piace giocara come abbiamo fatto, dobbiamo stare piu' attenti sui piazzati contro. Ci dobbiamo inventare questo schema nuovo".

 

- Simeone era abbattuto dopo i 5 minuti giocati col Monza?

 

"Simeone sta benissimo, dovrebbero essere tutti come lui. E' un ragazzo prezioso, e' sereno e tranquillo, non molla mai. E' chiaro che gli piacerebbe giocare di più".

 

- Kvara prende tanti falli ed è diffidato, andrebbe tutelato...

 

"E' brutto vedere con la tecnologia che abbiamo che bisogna fare fallo anche a palla lontana. Quando Kvara fa una mezza reazione viene ammonito. E' un tema da approfondire. Guardo le partite che mi interessano per il Napoli. E' inutile il VAR altrimenti. Kvara ne subisce di tutti i colori. Stesso discorso per Osimhen. Io sono stato squalificato sul fallo clamoroso di Mario Rui".

 

- In porta c'è Gollini, e Politano?

 

"Politano mi da' speranze di recuperarlo. Siamo messi un po' ai minimi termini. Gaetano prova, vediamo. Cajuste e Lobotka stanno bene. Cerco di recuperare anche Demme, come cambi. Siamo ai minimi termini sia a centrocampo che in difesa".

 

- I centrocampisti non segnano, non è meglio attaccare la profondità con Simeone?

 

"Anguissa ci ha provato. Con la Roma non si sono visti gli inserimenti dei centrocampisti, mentre con il Monza sì. Scegliero' di volta in volta in base alla partita e all'avversario. Dipende se gli altri giocano a zona o a uomo. Stiamo tanto davanti al video per capire se e' meglio giocare con Simeone o Raspadori. Osimhen insieme a Raspadori col Cagliari ha pagato, a differenza dell'anno scorso. Quest'esperimento non torno' tanto bene, dato che il centrocampo cambiava".

 

- Ha gia' fatto un bilancio rispetto alla sua prima esperienza a Napoli?

 

"Napoli la considero casa mia, mi vogliono bene tutti. Non sono riuscito a fare quello che feci all'epoca. Mi sento quasi in debito con i napoletani, sto male per questo. Spero di svoltare presto".

 

Antonio Petrazzuolo

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

ULTIMISSIME VIDEO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>