Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIX n° 21
martedì 17 maggio 2022, ore
CALCIO
ATALANTA - Gasperini: "C'è rammarico per il risultato ma dobbiamo essere orgogliosi della prestazione"
02.11.2021 23:28 di Napoli Magazine

Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine della sfida pareggiata per 2-2 contro il Manchester United: "Sto bene, è stata una serata fantastica anche se è un peccato per la prodezza di Ronaldo nel finale. Abbiamo giocato contro una big del calcio europeo davanti a tanto pubblico, se avessimo vinto sarebbe stato bellissimo ma ci siamo andati molto vicino. Siamo felici all'80% e rammaricati al 20% per aver preso gol nel recupero, ci dispiace perché sarebbe stata un'impresa e ci avrebbe dato una spinta in ottica qualificazione: non è compromesso nulla, abbiamo ancora qualche opportunità. La matematica non si discute, con 6 punti ci qualifichiamo ma poi bisognerà vedere cosa faranno Manchester United e Villarreal: le prossime due partite saranno difficilissime. Cosa ho detto alla squadra durante l'intervallo? Queste gare si giocano fino al 95'. Ultimamente stiamo prendendo gol anche quando siamo ben schierati a causa di qualche errore di troppo, ma ciò significa che ci sono margini di miglioramento. Nell'azione che ha portato al 2-2 ci sono stati due rimpalli e ci dispiace, ma noi dobbiamo anche considerare quanto di buono abbiamo fatto: dobbiamo essere orgogliosi perché abbiamo giocato alla pari contro una squadra ricca di talenti. Sul salvataggio di Bailly su Zapata, cosa ho pensato? Facendo il terzo gol avremmo potuto chiudere la partita sia qui che all'andata, non abbiamo mai rinunciato a cercarlo anche se a volte non siamo stati lucidi: nella ripresa la partita sembrava nelle nostre mani. Nelle due sfide contro lo United abbiamo raccolto poco, stasera ancora meno rispetto all'andata perché dopo il 2-1 avevamo il controllo del match. Cosa ho detto a Ronaldo? Mi avrebbe fatto gol anche con la maglia della Juventus, ma non in Champions League. E' un giocatore pazzesco, non lo vedo mai tirare fuori dallo specchio: nove volte su dieci centra la porta. Alla fine della partita gli ho detto una cosa in italiano: 'vai a quel paese!'".

 

ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>