Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVIII n° 16
sabato 17 aprile 2021, ore
CALCIO
IL COMMENTO - Cesarano: "Pressing del Napoli? Deve essere una questione di squadra"
06.03.2021 18:28 di Napoli Magazine

Il giornalista Rino Cesarano è intervenuto a “Donne nel Pallone – Speciale 90 minuti”, su Radio Onda Sport: "Pressing del Napoli? Deve essere una questione di squadra. Quando il Napoli sta bene di testa e di gambe riesce ad esprimersi al meglio, basti vedere la partita con il Benevento. Il pressing non è una cosa individuale, deve essere l’intera squadra a lavorare in tal senso, se lo fanno solo Insigne e Mertens e gli altri compagni stanno a guardare è chiaro che non si otterrà nulla. Quest’anno gli azzurri non stanno sempre bene a livello di gambe, vuoi per gli infortuni, vuoi perché si gioca ogni tre giorni, c’è una certa confusione e disintegrazione tattica e l’allenatore non è riuscito ad addestrare la squadra al pressing. Ripartenza dal basso? Il Napoli non possiede giocatori capaci per fare questo tipo di gioco. Quando si attua questo sistema è necessario trovare degli sbocchi a centro campo. Non è giocando dal basso che si risolvono i problemi, quando la palla arriva ai centrocampisti molto spesso questi ultimi sono costretti a tornare indietro perché i compagni non si fanno trovare. Penso a quando c’erano Hamsik e Callejon, calciatori che si facevano trovare in ogni angolo del campo. Solo se hai questo tipo di giocatori si può ripartire e attuare questa tecnica. Post Gattuso? Si è parlato di Italiano, De Zerbi e Juric, penso che tutto dipenda dal Napoli se disputerà o meno la Champions e, soprattutto, che tipo di progetto vorrà fare la società. Io spero che il successore di Gattuso sia Juric, un allenatore che stimo moltissimo e che adopera un gioco pratico, moderno ed essenziale. Ha anche la dote di trovare giovani di prospettiva e renderli al meglio, e questo è un aspetto che può piacere molto a De Laurentis. Lui con il Verona ha un contratto fino al 2023, spero ci sia una clausola che possa svincolarlo perché credo sia l’uomo giusto per la panchina azzurra".

ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>