Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XIX n° 50
giovedì 8 dicembre 2022, ore
CALCIO
IL COMMENTO - Sconcerti: "Napoli-Inter sarà una gran bella partita"
09.02.2022 20:11 di Napoli Magazine

Mario Sconcerti, giornalista, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Maracanà su TMW Radio.

 

Napoli, scontro con l'Inter sa di spareggio Scudetto?
"E' una partita importante, il distacco è minimo. Credo che sarà un gran bella partita. L'Inter ha avuto lo stop col Milan ma è ripartita bene. Credo sarà una partita bella, per vincerla bisognerà giocarla bene".

 

L'altro grande incrocio sarà la sfida tra Atalanta e Juventus:
"La Juventus negli ultimi tre mesi ha recuperato un punto all'Inter, che ha una partita in meno. Recuperarne otto sarà molto difficile, perché sono tre partite. E' un vantaggio enorme e non riesco ad immaginarmi una Juve in testa. Sicuramente è una squadra interessante, che si sta formando e può far bene in Champions, oltre ad entrare in zona Champions in campionato. Non vedo però l'Inter perdere 4 partite su 15. Un ko a Napoli dell'Inter riaprirebbe il discorso anche alla Juve".

 

Con Vlahovic se la gioca di più la Juve con il Villarreal?
"E' una squadra molto scomoda il Villarreal ma non all'altezza della Juve. E' vero che la Juve negli ultimi due anni è stata eliminata da avversari quasi equivalenti. Era favorita anche prima, adesso le cose sono migliorate".

 

Vlahovic ha dato segnali positivi, Allegri ora ha trovato la quadra davanti?
"Il tridente? Allegri è stato chiaro, finchè corrono possono giocare loro. Avere tre attaccanti puri vuol dire che c'è bisogno anche del loro sacrificio. il Verona è stato un avversario che si adattava molto bene alla Juve di Allegri, perché il Verona viene avanti ma rischiava il contropiede e così è stato. Non so quante volte sarà permesso alla Juve di giocare così, in contropiede. Nel caso dovresti lavorare tanto".

 

Che ne pensa della Roma di Mourinho, appena eliminata dalla Coppa Italia?
"Si pensava che la sua sola apparizione migliorasse la squadra, ma era normale pensarlo. Bisognerà che riflettano a mente fredda, perché il mercato non è stato straordinario ma è stato di continui doppioni. A centrocampo ha preso Abraham, che è stato un affare, ma poi è stato un mercato ad inseguimento, vedi Vina preso per sostituire Spinazzola. La vera aggiunta è stato Abraham, e anche Zaniolo, ma hai perso altri giocatori. Non ci sono state aggiunte, non è aumentata la qualità. Ieri non è stata fortunata, perché è stata condizionata dal gol preso dopo due minuti. La Roma non ha ancora la mentalità per le partite da dentro o fuori. E' molto bella quando può ripartire con metà campo libera, dove ha molti elementi di qualità, ma il resto della squadra non ha qualità. E' una squadra da assestare e migliorare. Su Mourinho non so che dire. Forse è arrivato il momento per mettersi più in gioco".

 

Fiorentina con la Lazio troppo brutta per essere vera:
"La Fiorentina ha giocato bene e male con Vlahovic. Ha inciso molto ma è un periodo in cui ha vinto poco. Non era una grande squadra prima e non lo è ora. Ha perso 9 partite, di cui 8 con Vlahovic, è una squadra con dei limiti".

ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>