Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVII n° 14
martedì 31 marzo 2020, ore
IL SONDAGGIO
SONDAGGIO NM - Coronavirus, come state trascorrendo le ore a casa?
Leggendo le News dei giornali online
Libri
Social Networks
Serie Tv, Netflix, Tv
Videogames
RISULTATI
VOTA
CALCIO
IL PENSIERO - Guardiola: "Il City è talento, non solo soldi, futuro? Qui fino a fine contratto"
17.02.2020 19:13 di Napoli Magazine Fonte: Gianlucadimarzio.com

Il rientro dalla pausa invernale, in casa Manchester City, non è stato certamente il più tranquillo che gli addetti ai lavori avrebbero potuto immaginare. La "winter break" dei Citizens si è interrotta lo scorso weekend, con i calciatori e Pep Guardiola pronti a tornare ad allenarsi sabato mattina, dopo un breve - così doveva essere, originariamente - confronto all'intero dello spogliatoio.

 

Ma non è andata esattamente così: ore 19.30 di venerdì sera, la UEFA abbatte il City con un comunicato ufficiale. "Citizens esclusi, per i prossimi due anni, dalle coppe europee". Quel breve confronto all'interno dello spogliatoio, inevitabilmente, si è trasformato in un lungo momento di riflessioni sulla seconda parte di questa stagione e sul futuro del Manchester City.

 

Il primo a prendere la parola - secondo quanto riportato da theathletic.com - è stato proprio Pep Guardiola, che ha voluto da subito rassicurare i suoi giocatori: "Ora più che mai, dobbiamo rimanere uniti. La UEFA ci multa? Dimostriamo il nostro valore. Non in termini di denaro, ma facendo vedere a tutti il nostro talento". 

 

Gli ottavi di Champions League metteranno i Citizens a confronto con il Real Madrid di Zinedine Zidane: trionfare in Europa, in questo momento, è l'unica arma rimasta alla squadra di Guardiola per rispondere a una sanzione pesantissima per gran parte dello spogliatoio. "Basta feste, basta eventi, dieta sana e massima attenzione per il vostro corpo: d'ora in poi dobbiamo dare il massimo", avrebbe detto Guardiola.

 

Un'ulteriore rassicurazione da parte dell'allenatore spagnolo è arrivata in riferimento al suo futuro: "Possono pure mandarci in quarta divisione, io l'anno prossimo sarò ancora qui". In carriera, d'altronde, Guardiola non ha mai lasciato i suoi club prima del termine previsto dal contratto. Quello con il City scadrà il 30 giugno 2021, fino ad allora Pep garantisce fedeltà al City. E Sterling ha dato il via al coro: "Lo stesso vale per me", avrebbe annunciato l'attaccante dopo le parole dell'allenatore.

 

In settimana è prevista una conferenza dell'allenatore, con Pep pronto ad annunciare pubblicamente la sua volontà di rimanere al City. Non è da escludere, addirittura, che Guardiola e il club possano trovare un accordo per il rinnovo di contratto proprio in un momento così delicato: si tratterebbe di un evidente segno di stima e di fiducia per tutte le persone coinvolte nella vicenda.

 

Perché la squalifica diventi ufficiale, però, sarà prima necessaria una pronuncia del Tribunale Arbitrale dello Sport: già lo scorso weekend, il Manchester City aveva annunciato la volontà di ricorrere al Tas di Losanna. E domani, infatti, il club depositerà l'appello, che si preannuncia molto articolato e forte nel suo genere.

Loading...
ULTIMISSIME CALCIO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>