Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVI n° 47
mercoledì 20 novembre 2019, ore
CULTURA & GOSSIP
DANZA - LES ÉTOILES, il 24-25-26 gennaio 2020 all'AUDITORIUM Parco della Musica a Roma
22.10.2019 17:50 di Napoli Magazine

È cominciato il conto alla rovescia per Les Étoiles, spettacolare gala di balletto a cura di Daniele Cipriani, in scena il 24-25-26 gennaio 2020 nella Sala Santa Cecilia - Auditorium Parco della Musica Roma.

 

Nave ammiraglia degli spettacoli di Daniele Cipriani fin dal 2015, Les Étoiles è una formula ben rodata ed acclamata dal grande pubblico, l’appuntamento di danza più atteso della capitale, un gala che ha incantato il pubblico di prestigiosi teatri, dall’Auditorium Parco della Musica all’Auditorium Conciliazione di Roma, dalla Fenice di Venezia al Lirico di Cagliari. I nomi in cartellone ed il programma richiamano un ampio pubblico di tutte le età.  Oltre 4.000 gli spettatori della Sala Santa Cecilia, (gennaio 2019), vastissima la copertura mediatica, con presentazioni, interviste e recensioni, sulle reti nazionali e regionali dei TG e dei GR RAI, sulle pagine dei maggiori quotidiani, sulle copertine dei settimanali.

 

Il cast di Les Étoiles 2020 è una scintillante cascata di stelle. Daniele Cipriani, infatti, attinge dal firmamento della danza solo le sue étoile più brillanti, i più grandi nomi del balletto classico, ballerini dalle personalità splendenti e dalla tecnica sfavillante, in un ricco programma di grande danza che metterà in risalto la bravura e il carisma di ciascuna di questi grandi artisti. Brillanti virtuosismi “in volo” e sulle punte tratti dal repertorio classico (La Bayadère, Don Chisciotte, La Bella Addormentata, Spring Waters ecc.), accanto a lavori recenti, insieme a brani firmati dai coreografi di punta dei nostri giorni, come ad esempio Mona Lisa del coreografo israeliano Itzik Galili.

 

 

Tra i leitmotif di Les Étoiles c’è, come sempre, la sua internazionalità, non solo le diverse nazionalità dei ballerini e dei teatri di provenienza, ma anche quelle dei compositori e dei coreografi. Questo sottolinea il messaggio di unione in cui la danza si presenta quale modello di una società e di un mondo ideali: un inno all’armonia tra i popoli del nostro pianeta.

 

Loading...
ULTIMISSIME CULTURA & GOSSIP
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>