Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVII n° 22
domenica 31 maggio 2020, ore
IL SONDAGGIO
SONDAGGIO NM - Coronavirus, come state trascorrendo le ore a casa?
Leggendo le News dei giornali online
Libri
Social Networks
Serie Tv, Netflix, Tv
Videogames
RISULTATI
VOTA
CULTURA & GOSSIP
IL CANTANTE - Vasco Rossi: "Non riesco a scrivere, il virus ha fermato anche le mie canzoni"
21.05.2020 17:51 di Napoli Magazine Fonte: tgcom24.mediaset.it

Doveva essere l'estate dei grandi concerti negli stadi. Come tante estati di Vasco Rossi. E invece la pandemia ha fatto saltare tutto. Il rocker racconta questo suo momento particolare in una lunga intervista a Milena Gabanelli per il "Corriere della sera". Non nascondendo le difficoltà. "Quando ho capito che i concerti sarebbero saltati mi è crollato il mondo addosso" dice. E in lockdown non riesce nemmeno a scrivere: "Sono troppo attonito, frastornato, allibito e incantato da questa situazione".

 

Il dialogo con la Gabanelli è di quelli particolarmente intimi, anche perché di fronte si sono trovate due persone che sono amiche anche nella vita di tutti i giorni. E così Vasco ha tirato fuori quelle che sono state le difficoltà di questo periodo. A partire da ciò che ha significato per lui dover vedere sfumare tutti i progetti live di quest'anno. Che per lui non significa solo veder sfumare un appuntamento professionale. "Per me fare i concerti è importante anche dal punto di vista psicologico. Io per fare i concerti mi devo tenere in forma, non mi devo lasciare andare: è un motivo per svegliarmi la mattina. Senza i concerti mi casca un po’ tutto" spiega. E allora quanto accaduto ha fatto cambiare la prospettiva. "Ho preso la cosa di petto, mi sono detto “va bene saltiamo un anno e pensiamo a non ammalarci”. 

 

Poi c'è sicuramente il fattore economico che ha investito il settore dello spettacolo come uno tsunami. E Vasco non si preoccupa tanto dalla sua situazione di artista, quanto di quella dei lavoratori che di solito stanno dietro alla preparazione di un grande evento. E svela che con altri big aveva pensato a un intervento concreto. "Avevamo pensato di fare un fondo di solidarietà dove noi artisti avremmo, ognuno secondo le proprie sensibilità, depositato delle cifre - racconta -. Avevo sentito anche Jovanotti e la Pausini, erano tutti d’accordo". Ma l'iniziativa non è andata in porto perché "non c'era un'organizzazione, è una cosa abbastanza complicata". E allora ogni artista pensa ai propri lavoratori: "Io penso alla mia squadra, una trentina di persone più o meno - dice -. Ognuno pensa ai propri, così siamo sicuri che quello che facciamo arriva".

 

Molti artisti in questo periodo hanno detto di avere usato iul lockdown per scrivere nuova musica. Non è così per Vasco. Per lui questa situazione significa blocco creativo "E' sempre nelle sofferenze più grandi che alla fine si va a pescare quando si scrive. Solo che lo fai quando sono già passate - spiega -. Adesso sono troppo attonito, frastornato, allibito e incantato da questa situazione. Sembrava di vivere in un film di fantascienza".

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

IL VIRUS HA FERMATO I MIEI CONCERTI MA NON FERMERA` MAI LE MIE CANZONI Due chiacchiere tra amici. Vasco ha fatto una lunga intervista con Milena Gabanelli. Parlando di quello che sta succedendo a lui e nel mondo, di come questi tempi stiano mettendo a dura prova il settore. Lo shock e lo stupore paralizzano anche la creativita`, ma non fermano l’artista, che per il momento si pone l’obiettivo di arrivare “sano e lucido” fino al 2021, e di adottare un principio imprenditoriale molto forte: quello della responsabilita` nei confronti del suo gruppo di lavoratori. Parole decise nei confronti di un sistema che ha delle lacune, manca di associazioni e organizzazioni alle quali affidare degli ipotetici fondi ad aiuto del settore. BEATLES O ROLLING STONES? Toccano anche argomenti leggeri, parlano di gusti musicali, quella passione di Vasco per Mick Jagger, che per forza, e in tempi remoti, lo obbligo` a scegliere da che parte stare. Vasco e Milena Gabanelli ci hanno aiutato a capire, hanno ragionato insieme, si sono ascoltati l’un l’altro, e anche se sulla faccenda Beatles-Rolling Stones non saranno mai d’accordo, hanno dato un esempio di come la sintonia e il rispetto reciproco possano far nascere momenti e conversazioni speciali. La Redazione

Un post condiviso da Vasco Rossi (@vascorossi) in data:

Loading...
ULTIMISSIME CULTURA & GOSSIP
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>