Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVI n° 38
martedì 17 settembre 2019, ore
IN PRIMO PIANO
MERCATO - Cammaroto svela a "NM": "Di Lorenzo già preso, Veretout e Almendra quasi, 9 azzurri in uscita, Ancelotti vuole un nome importante per l'attacco, contatto per Berardi"
01.06.2019 19:14 di Napoli Magazine

NAPOLI - Di Lorenzo già preso, Veretout e Almendra quasi: il Napoli chiude subito tre operazioni di "contorno" e si prepara al vero mercato che ci dirà quale sarà il vero obiettivo della prossima stagione. Dopo il terzino dell'Empoli è in dirittura d'arrivo il mediano della Fiorentina, con la trattativa che si è allungata perché all'inizio della discussione in viola sarebbe dovuto andare Rog, vecchio pallino di Corvino. Veretout e Almendra, a meno di sorprese al momento non pronosticabili, saranno i due acquisti a metà campo per completare un reparto che avrà poi gli stessi uomini di quest'anno con il solo partente Diawara, per il quale l'esperienza in maglia azzurra è al capolinea. Su Almendra Giuntoli lavora ormai da mesi e si va verso l'accordo totale con il Boca Juniors. Se ne andranno invece Hysaj e Rui, ma anche Chiriches, Ounas, Verdi, i vari Rog, Inglese e Sepe e resta (e rimarrà ancora per un po') un grande punto interrogativo su Insigne. Se il Napoli aveva già chiuso l'acquisto di Ilicic (triennale a 2,2 mln poi stoppato da Gasperini), e se si parla ancora adesso di De Paul con l'Udinese un motivo ci sarà.

 
Ancelotti vuole un nome importante davanti ma qualche pista non è ancora venuta a galla. Lozano non è una punta centrale, è un esterno dove il Napoli è già al completo e deve cedere Verdi e Ounas. Il messicano costa troppo e non arriva se Insigne non parte (stesso procuratore), quindi oltre le voci al momento non c'è trattativa in corso 
Non mi risulta neppure che Rodrigo sia una trattativa così calda come qualcuno sostiene. Di fatto la punta del Valencia è un buon giocatore ma non aggiungerebbe nulla di eccezionale, perché non parliamo di un top e comunque il Valencia non lo valuta sotto i 50 mln e vorrebbe anzi ricavarne persino 60 mln: a quelle cifre il Napoli non arriverà mai. E allora fa sorridere che chi si affanna a definire impossibili certe operazioni (vedi Cavani e Icardi) per il Napoli, ora si lancia a cuor leggero nel dare in corso presunti affari da 60 milioni. Ancelotti ha fatto una rosa di quattro-cinque nomi per l'attaccante da affiancare a Milik, uno di quelli con cui di certo ha parlato è Diego Costa, ma c'è da capire se il bomber dell'Atletico vuole ridurre le sue pretese per raggiungerlo in Italia. Costa stesso aveva dato la sua disponibilità ad Ancelotti qualche settimana fa. Rodrigo è un'idea, ma costa troppo, non è una prima scelta, non convince perché fragile fisicamente e poco prolifico (14 gol in 48 partite e nelle annate passate stessi score non esaltanti), e non infiamma nemmeno la piazza. Aspettiamoci altro e comunque il Napoli si prenderà tempo per riflettere e capire su quale punta andare, e prima farà delle operazioni in uscita.
 
C'è stato, invece, ed è vero, un contatto con il Sassuolo per Berardi, con il Napoli che metterebbe sul tavolo Ounas e i neroverdi che invece vorrebbero Verdi, che a sua volta piace al Parma. Non è una pista da trascurare e, a parte i limiti caratteriali, Berardi è un giocatore importante che era arrivato a costare 40 mln. Ora si può prendere a cifre umane.
 
Aspettiamo e vediamo come si evolverà il mercato del Napoli, che dopo questi primi colpi avrà una naturale pausa di riflessione. L'Inter ha fatto un colpo importante con Conte in panchina, mentre è il caso di non agitarsi troppo se Sarri dovesse andare alla Juventus. Il Comandante arriverebbe a Torino da ottava scelta (dopo Guardiola, Klopp, Inzaghi, Mourinho, Conte, Pochettino e persino Paulo Sousa), ancora adesso come ripiego di Pochettino, e rischia di durare un mese se, come pare probabile, darà la spremuta finale a una squadra già "miracolata" quest'anno dal successo in campionato nell'annata del "non mercato" degli altri e in una stagione in cui forse sarebbe bastato un discreto Napoli più convinto e più continuo per dare la spallata. Maifredi docet... 

 

 

Emanuele Cammaroto

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

 

 

 

Loading...
ULTIMISSIME IN PRIMO PIANO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>