Anno XXI n° 9
lunedì 26 febbraio 2024, ore
IN PRIMO PIANO
MR Z - Napoli, c'è un aspetto da valutare nella corsa al Tricolore
24.01.2023 23:09 di Napoli Magazine

NAPOLI - Archiviato il girone d’andata che è stato caratterizzato da un cammino spettacolare del Napoli, proviamo a guardare al futuro. La squadra di Spalletti ha tenuto un ritmo impressionante. Ai 50 punti accumulati in 19 partite (16 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta) si aggiungono altri dati che danno l’idea di ciò che gli azzurri sono stati capaci di realizzare: miglior attacco con 46 reti realizzate (media di 2,4 gol a partita) e miglior difesa con 14 reti subite (media di 0,7 gol a partita). Una marcia trionfale alla quale nessuno è riuscito a rispondere. Ma c’è un altro aspetto da valutare che rende teoricamente più agevole il cammino degli azzurri nel girone di ritorno rispetto a quanto non lo sia stato nel girone d’andata. Il Napoli fino ad ora ha incontrato le squadre che lo seguono in classifica dal secondo al sesto posto tutte fuori casa. Al Maradona ha giocato soltanto con la Juventus, che però dopo la penalizzazione subita è da considerarsi del tutto fuori gioco nella lotta per lo scudetto. Ciò significa che nel girone di ritorno che sta per cominciare, gli azzurri potranno affrontare in casa le due milanesi, le due romane e l’Atalanta. E’ una condizione ideale perché il sostegno che i tifosi daranno alla loro squadra potrà risultare ancor più determinante di quanto non lo sia stato fino a ora. Da qualche parte ho letto che una eventuale vittoria con la Roma nella sfida di domenica prossima darebbe al Napoli la quasi certezza della conquista dello scudetto. Io non sono di questo avviso. Un successo con la squadra di Mourinho sarebbe certamente importantissimo perché taglierebbe del tutto fuori – schiacciata sotto il peso di ben 16 lunghezze di svantaggio – una delle possibili avversarie nella lotta per il tricolore. Ma ne rimarrebbero meno distaccate altre due o tre da continuare a tenere sotto controllo e a debita distanza. I calcoli li facciamo noi. La squadra, invece, non deve in alcun modo farsi condizionare da certi ragionamenti e da certe suggestioni. Le partite, mai come in questo caso, vanno giocate una per una, con concentrazione e determinazione, senza pensare ai riflessi che un successo potrebbe comportare sulla classifica. Le somme si tirano soltanto alla fine. Se poi capiterà che si potranno tirare con qualche giornata d’anticipo sulla conclusione del torneo ne saremo tutti felici.

 

 

Mario Zaccaria

 

Napoli Magazine 

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

ULTIMISSIME IN PRIMO PIANO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>