Anno XXI n° 9
sabato 2 marzo 2024, ore
L'EDITORIALE
ON AIR - Petrazzuolo: "Mazzarri conosce tutto di Napoli e dell'ambiente, ha restituito grande entusiasmo agli azzurri"
17.11.2023 13:37 di Napoli Magazine

NAPOLI - Antonio Petrazzuolo, direttore di "Napoli Magazine", ha rilasciato alcune dichiarazioni a Radio Punto Nuovo: "Con il ritorno di Walter Mazzarri mi aspetto un bel Napoli, senza volti bui e con grande entusiasmo da come si evince dai primi segnali. Anzichè cavalcare l'onda di uno scudetto vinto giocando benissimo, si è visto un cambio di ambiente e di gioco, nonostante anche i tifosi non abbiano mai fatto mancare la loro presenza. Mazzarri lo conosco molto bene, sapevo già la sua voglia di tornare a Napoli e la sua predisposizione a provare il 4-3-3. E' felice di poter lavorare con Osimhen, vuole che Victor sia il suo punto di riferimento e il bomber può vivere un nuovo capitolo della sua carriera con Mazzarri. Il modulo? Già aveva fatto capire che il mancato uso del 4-3-3 nelle sue precedenti avventure è derivato dal fatto che non ha mai avuto una rosa predisposta a giocare con quel modulo. Il Napoli di base è forte, serve una guida e una buona atmosfera che, attualmente, sembra esserci nei primi allenamenti del nuovo mister. Cosa ha sbagliato De Laurentiis nel post-Scudetto? E' un discorso che cambierei onestamente, si può dire che ha atteso fin troppo a lungo per il cambio di Garcia che andava fatto già dopo la sconfitta contro la Fiorentina. Garcia era arrivato al punto di vedere nemici ovunque, in conferenza stampa era spesso sulla difensiva, quando, in realtà, la stampa cercava di appoggiarlo sempre. Garcia voleva cambiare troppo, vedi Cajuste inserito subito contro il Frosinone. Ci sono stati tanti errori da parte del tecnico francese e De Laurentiis poteva esonerarlo prima. Se c'è un bel rapporto tra l'allenatore e la squadra può succedere di tutto. Mazzarri ha rivisto anche volti noti come Pondrelli e la famiglia De Laurentiis, infatti la prima cosa che ha fatto è chiedere di Edo De Laurentiis e consolidare nel suo staff la posizione di Grava. Tudor? L'errore è stato nella richiesta di un anno e mezzo senza opzioni e il presidente si è trovato in difficoltà, mentre nel colloquio con Mazzarri, il mister si è subito detto felice, accettando anche il contratto di 7 mesi pur di tornare al Napoli. Mazzarri conosce tutto di Napoli e dell'ambiente, ha sicuramente notato delle differenze rispetto a 10 anni fa, in meglio, ma conosce bene il cuore e l'anima degli azzurri. In campo disporrà di elementi più forti in tutte le zone del rettangolo di gioco, rispetto alla sua precedente avventura azzurra dove aveva i 3 tenori, De Sanctis, Cannavaro, Campagnaro, ma non la stessa profondità. Meret? Sembra che dovrà restare fermo per 2-3 settimane, quindi il mister sceglierà subito Gollini".

ULTIMISSIME L'EDITORIALE
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>