Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XX n° 5
domenica 29 gennaio 2023, ore
CULTURA & GOSSIP
L'INIZIATIVA - "Natale a Napoli, Altri Natali, Co' tutti i sentimenti", i concerti della sacrestia papale: ecco il programma
06.12.2022 19:45 di Napoli Magazine

L'antica musica di tradizione dei pastori e del mondo contadino, tra cornamuse e zampogne e le più belle cantate della Scuola del Settecento Napoletano, a diffondere le atmosfere autentiche dell’antico Natale partenopeo.


Cinque concerti, alla Basilica di San Francesco di Paola il 9, 11, 18 e 29 dicembre e alla Chiesa di Sant'Orsola a Chiaia, il 10 dicembre, per la rassegna di musica classica di tradizione, curata dall'associazione Area Arte - Associazione Mediterranea Culturale, nell'ambito delle iniziative del Comune di Napoli "Natale a Napoli. Altri Natali. Co' tutti i sentimenti". 
 
Un viaggio tra Sacro e Popolare nella musica ritrovata del ‘700 Napoletano, con un repertorio che va dalla bella e poco nota cantata in Onore di S. Antonio da Padova del 1738 opera di Girolamo Rossi che apre la rassegna sabato 9 alla Basilica, agli splendenti Mottetti e Lectio in Pastorale per il Natale di Gennaro Manna, Nicola Fago e Carmine Giordano.
 
Ma anche gli affascinanti repertori della tradizione del Natale contadino, che, con gli strumenti tipici dell’erranza - cornamusa, cromorno, ciaramella, zampogna - ricordano l’antica tradizione dei pastori d’Abruzzo che venivano a portare la novena a Napoli.  Una proposta musicale realizzata in una delle più importanti Basiliche di Napoli da ensemble e artisti di grande prestigio.

 

Il programma apre il 9 dicembre 2022, ore 19,15 alla Basilica Pontificia di San Francesco di Paola   in Piazza del Plebiscito, con la Cantata in onore di S. Antonio da Padova di Girolamo Rossi. Cast: Roma Barocca Ensemble, Soprano: Lucia Casagrande Raffi, Mezzosoprano: Elisabetta Pallucchi, Violino barocco: Giuseppe Grieco e Egidio Mastrominico, Violoncello barocco: Renato Criscuolo, Cembalo: Lorenzo Tozzi 

 
Si prosegue il 10 dicembre 2022, ore 19,15 alla Chiesa di S. Orsola a Chiaia in Via Chiaia, 161 con In notte placida. Cast: Ensemble Labirinto Armonico, Flauti a becco, cornamusa bergamasca, cromorno, ciaramella: Roberto Torto,Violino barocco: Pierluigi Mencattini, Violoncello barocco: Gaetano Di Ilio,Organo: Walter D’Arcangelo 
Si torna in Basilica l’11 dicembre 2022 ore 19,15 con a Christmas Coral. Cast: Clarinet Ensemble Panarmònia “Giovanni De Falco”, Direttore: Mauro Caturano
E il 18 dicembre 2022 ore 19,15 con Aria de’ pifferi. Aspetti popolari nella tradizione musicale natalizia del ‘700 napoletano. Zampogna, cornamusa, mandolino, violino: Marco Giacintucci, Cembalo: Walter D’Arcangelo.


Si chiude la rassegna il 29 dicembre 2022 ore 19,15 con Puer natus est. Musica per il Santo Natale nella Napoli del ‘700. Cast: Ensemble “Le Musiche da Camera”, Soprano: Francesco Divito, Mezzosoprano: Rosa Montano, Traversiere: Renata Cataldi, Violino barocco di concerto: Egidio Mastominico, Violino barocco: Giuseppe Grieco, Violoncello barocco: Leonardo Massa, Violone: Maurizio Ria, Tiorba: Michele Carreca, Cembalo: Debora Capitanio

 

La rassegna è a cura di AREA ARTE Associazione culturale Mediterranea, che da anni conduce studi e ricerche approfondite sulla musica napoletana del '600 e del '700 e ne promuove la diffusione e la valorizzazione. La direzione artistica è dei Maestri Egidio Mastrominico e Rosa Montano, docente presso il Conservatorio “N. Sala” di Benevento. La loro attività musicale e le loro rassegne sono tese a dar spazio a recuperi di partiture dal Settecento Napoletano, alla presentazione di progetti discografici e seminari inerenti la Scuola Musicale Napoletana, e parallelamente a valorizzare opere del repertorio contemporaneo con un’attenzione particolare ai compositori campani, e al patrocinio delle nuove generazioni di valenti strumentisti. Il coordinamento è a cura di Laura Francesca Mastrominico. Questa Iniziativa è realizzata con il contributo del Comune di Napoli nell’ambito del progetto “Altri Natali”. 

ULTIMISSIME CULTURA & GOSSIP
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>