In Primo Piano
IL FLASH - Rosa Petrazzuolo su "NM": "Il motivatore Mazzarri spinge il Napoli a non mollare, i conti si fanno alla fine"
10.12.2023 23:00 di Napoli Magazine

NAPOLI – Lascia l’amaro in bocca la sconfitta del Napoli contro la Juventus all’Allianz Stadium perché gli azzurri hanno offerto una prestazione buona, gestendo bene la partita, con un ampio possesso palla ma senza riuscire a finalizzare. Nella ripresa, il gol di Gatti ha chiuso i giochi, ma la squadra di Mazzarri è sempre rimasta lucida e non sta raccogliendo i frutti del gioco espresso in campo. C’è l’emergenza terzino sinistro, Osimhen dopo il rientro dal suo lungo infortunio non è ancora al top della sua condizione fisica, Kvaratskhelia viene braccato dagli avversari e fa fatica ad esprimere il suo talento con quei movimenti fluidi tra le linee che tanto avevano incantato nella scorsa stagione. Khvicha ha sbagliato un tiro sotto porta, ma non gli si può gettare la croce addosso, servono soluzioni alternative quando alcune manovre risultano più macchinose e via via rimettendo a posto i tasselli mancanti, il Napoli potrà tornare al livello a cui aveva abituato tutti. Fa strano vedere gli azzurri a -12 dalla vetta della classifica, ma saggiamente Mazzarri ha sottolineato come, dato il periodo negativo attraversato dalla squadra, sia inutile al momento guardare i numeri, perché non è da escludere che si possa tornare ad inanellare una serie di vittorie consecutive. L’allenatore azzurro è un grande motivatore, ha fiducia nei suoi ragazzi e la sua visione incoraggiante è il motore propulsore per non gettare così presto la spugna. A livello psicologico potrebbe essere un toccasana centrare la qualificazione agli ottavi di Champions League nella prossima partita contro il Braga allo stadio Maradona martedì 12 dicembre, sarà importante reagire subito e restare concentrati per affrontare le tante partite del mese di dicembre, compreso l’impegno in Coppa Italia contro il Frosinone, obiettivo da non sottovalutare in una stagione cominciata in salita. Tempo e lavoro potranno aiutare a ritrovare il giusto equilibrio di forze, qualità, motivazioni per tornare a guardare lontano. Del resto, i conti si fanno alla fine ed è un dovere collettivo non mollare per onorare la maglia e lo scudetto cucito sul petto. Il calcio è fatto di momenti, il Napoli resta una squadra forte e la prima sfida ora è lavorare su se stessi per superare i propri limiti, gettando il cuore oltre l’ostacolo.

 

 

Rosa Petrazzuolo

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

ULTIMISSIME IN PRIMO PIANO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>
IL FLASH - Rosa Petrazzuolo su "NM": "Il motivatore Mazzarri spinge il Napoli a non mollare, i conti si fanno alla fine"

di Napoli Magazine

10/12/2024 - 23:00

NAPOLI – Lascia l’amaro in bocca la sconfitta del Napoli contro la Juventus all’Allianz Stadium perché gli azzurri hanno offerto una prestazione buona, gestendo bene la partita, con un ampio possesso palla ma senza riuscire a finalizzare. Nella ripresa, il gol di Gatti ha chiuso i giochi, ma la squadra di Mazzarri è sempre rimasta lucida e non sta raccogliendo i frutti del gioco espresso in campo. C’è l’emergenza terzino sinistro, Osimhen dopo il rientro dal suo lungo infortunio non è ancora al top della sua condizione fisica, Kvaratskhelia viene braccato dagli avversari e fa fatica ad esprimere il suo talento con quei movimenti fluidi tra le linee che tanto avevano incantato nella scorsa stagione. Khvicha ha sbagliato un tiro sotto porta, ma non gli si può gettare la croce addosso, servono soluzioni alternative quando alcune manovre risultano più macchinose e via via rimettendo a posto i tasselli mancanti, il Napoli potrà tornare al livello a cui aveva abituato tutti. Fa strano vedere gli azzurri a -12 dalla vetta della classifica, ma saggiamente Mazzarri ha sottolineato come, dato il periodo negativo attraversato dalla squadra, sia inutile al momento guardare i numeri, perché non è da escludere che si possa tornare ad inanellare una serie di vittorie consecutive. L’allenatore azzurro è un grande motivatore, ha fiducia nei suoi ragazzi e la sua visione incoraggiante è il motore propulsore per non gettare così presto la spugna. A livello psicologico potrebbe essere un toccasana centrare la qualificazione agli ottavi di Champions League nella prossima partita contro il Braga allo stadio Maradona martedì 12 dicembre, sarà importante reagire subito e restare concentrati per affrontare le tante partite del mese di dicembre, compreso l’impegno in Coppa Italia contro il Frosinone, obiettivo da non sottovalutare in una stagione cominciata in salita. Tempo e lavoro potranno aiutare a ritrovare il giusto equilibrio di forze, qualità, motivazioni per tornare a guardare lontano. Del resto, i conti si fanno alla fine ed è un dovere collettivo non mollare per onorare la maglia e lo scudetto cucito sul petto. Il calcio è fatto di momenti, il Napoli resta una squadra forte e la prima sfida ora è lavorare su se stessi per superare i propri limiti, gettando il cuore oltre l’ostacolo.

 

 

Rosa Petrazzuolo

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com