Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVI n° 46
giovedì 14 novembre 2019, ore
SOCIAL NETWORK
NM LIVE - Gianni Di Marzio, Antonio Corbo, Salvatore Esposito e Monica Bertini su "Napoli Magazine"
09.05.2019 23:24 di Napoli Magazine

NAPOLI - Quarantatreesima puntata di "Napoli Magazine Live", programma condotto da Antonio Petrazzuolo su NapoliMagazine.Com e (novità assoluta) in contemporanea su tutti i social network di "Napoli Magazine" (Facebook, Twitter, Instagram e YouTube, per un pubblico potenziale totale di oltre 1 milione di seguaci), con messaggi interattivi. Ospiti in collegamento: Gianni Di Marzio, Antonio Corbo, Salvatore Esposito e Monica Bertini.

 

 

NM LIVE - Antonio Petrazzuolo: “Tanti nomi accostati al Napoli ma nessuna conferma, sicuramente si procederà a cedere gli esuberi

 

ANTONIO PETRAZZUOLO, direttore di Napoli Magazine, ha condotto "NAPOLI MAGAZINE LIVE", trasmissione che approfondisce i temi d'attualità legati al Calcio Napoli, in onda il giovedì, dalle 21 alle 22, su Napolimagazine.com, e su tutti i canali social di "Napoli Magazine" (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube). Ecco quanto dichiarato: “Come assottigliare il distacco dalla Juventus? È la domanda che ci poniamo tutti in vista del prossimo mercato, ma per ora non ci sono risposte. C’è tanta curiosità e già tanti nomi, su Ilicic non ho conferme, ma potrebbe essere uno dei tanti prospetti inseguiti dal Napoli. Nonostante torni costantemente d’attualità, non credo nel ritorno di Cavani, mentre si valuteranno con estrema attenzione i giocatori in uscita. Per il momento, anche in base alle notizie raccolte, si è parlato moltissimo di Trippier, fresco finalista di Champions con il Tottenham, di Lozano e di Mendy, ma ripeto, non ci sono ancora conferme dirette”.

 

 

NM LIVE - Gianni Di Marzio: “Ancelotti si orienterà sul percorso tracciato dalla società, quindi non arriveranno top player ma giovani di grande prospettiva, Conte andrà all’Inter, si a Younes mentre Ounas e Verdi possono partire”

 

GIANNI DI MARZIO, ex allenatore del Napoli, è intervenuto a "NAPOLI MAGAZINE LIVE", trasmissione che approfondisce i temi d'attualità legati al Calcio Napoli, condotta da Antonio Petrazzuolo, in onda il giovedì dalle 21 alle 22 su Napolimagazine.com, e su tutti i canali social di "Napoli Magazine" (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube). Ecco quanto dichiarato: “Ancelotti dovrà, giocoforza, orientarsi sul percorso tracciato dall’azienda Napoli, quindi escluderei i top player e punterei su giovani già collaudati e di prospettiva e soprattutto, che possano adattarsi all’idea di calcio dell’allenatore. James Rodriguez non credo possa arrivare a Napoli perché guadagna troppo e credo che non si adatti benissimo al gioco di Ancelotti. Onestamente faccio delle valutazioni sulle semifinali di Champions, relativamente ai fatturati, perché è vero che il Tottenham non ha fatto mercato, ma i giocatori che già aveva erano tutti di primissimo livello. L’Ajax ha perso la partita perché ha fatto la parte di Narciso, specchiandosi troppo mentre con le squadre inglesi non puoi mai mollare perché sono delle belve, sportivamente parlando. Non capisco l’utilità degli staff tecnici delle squadre italiane, ma cosa fanno tutte queste persone se non sono capaci nemmeno di trasmettere una mentalità come quella inglese? Il calcio italiano, oramai, è fuori da tutto e per fortuna che Mancini, per la Nazionale, sta puntando su qualche giovane interessante. Conte? Se non ha già firmato finirà all’Inter, Allegri invece, rimarrà alla Juventus. Considerando quelle che sono le strategie societarie, che comunque hanno portato dei risultati, non credo che De Laurentiis sfrutterà il “decreto crescita” per cambiare registro. Younes è un giocatore forte, nell’uno contro uno può far male e ha dato dimostrazione, nelle poche occasioni avute, che può stare in questo Napoli, anche se può andare in difficoltà nel 4-4-2, mentre farebbe molto meglio nel 4-3-3, come Insigne in fondo. Ounas e Verdi, invece, obiettivamente, non credo saranno confermati, anche se il rendimento dell’ex Bologna è stato troppo condizionato dagli infortuni e dalla posizione in campo. Ounas è troppo anarchico, gioca spesso a testa bassa e fa troppa confusione”.

 

 

NM LIVE - Antonio Corbo: “Zapata è migliorato tantissimo e non l’avrei mai ceduto, dopo aver visto Ajax e Tottenham non si parli più di fatturati, non credo a prolungamento e ritocco per Insigne, Younes può restare, no a Ounas e Verdi

 

ANTONIO CORBO, editorialista di Repubblica, è intervenuto a "NAPOLI MAGAZINE LIVE", trasmissione che approfondisce i temi d'attualità legati al Calcio Napoli, condotta da Antonio Petrazzuolo, in onda il giovedì dalle 21 alle 22 su Napolimagazine.com, e su tutti i canali social di "Napoli Magazine" (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube). Ecco quanto dichiarato: “Zapata si è ben inserito nel campionato italiano ed il Napoli face un clamoroso errore a cederlo, negli ultimi tempi l’ho seguito più attentamente, è molto migliorato tanto che riesce a muoversi con agilità e destrezza anche in area di rigore. Sono in dissenso con la mania di chiedere notizie sugli acquisti, mentre l’acquisto più importante da fare è la mentalità e dopo aver visto le semifinali di Champions sono ancora più convinto. Non voglio più sentire parlare di fatturati dopo aver visto l’Ajax e dopo la partita di ieri. Il calcio è voglia di vincere, geometria, grande disponibilità alla fatica sia in allenamento che in partita, dove non deve mancare l’allegria di giocare. Il calcio deve essere un momento di grande emozione per il tifoso ma anche di delirio per chi sta in campo. È giusto che i tifosi sognino, noi giornalisti dobbiamo essere più freddi. Io non prenderei Cavani perché essendo un vecchio giocatore di cavalli, mi hanno sempre detto che il cavallo vecchio muore nella stalla dell’ingenuo, in poche parole, non riporterei a Napoli un giocatore ultratrentenne, dopo che l’hai ceduto a 25 anni. Credo che tra Insigne ed il Napoli sia stata siglata una pax temporanea, perché se arriverà la grande offerta credo che possa partire. Non credo all’ipotesi di un ricco rinnovo del contratto perché a 28 anni, dopo una stagione deludente e con altri tre anni di contratto, non vedo perché il Napoli deve portarlo a cinque anni con un notevole ritocco dell’ingaggio, sarebbe un’ipotesi illogica. In queste ultime tre partite i giocatori hanno la possibilità di riabilitarsi dopo una serie di prestazioni deludenti, anche se credo ci sia già una lista di bocciati. Younes lo terrei, a Verdi darei la possibilità di essere felice in un’altra squadra, cambiare ambiente potrebbe rigenerarlo, su Ounas se c’è una buona offerta si può chiudere, anche perché un altro uguale lo trovi facilmente, in fondo sono giocatori da mettere in rosa. Veretout mi piace, ma è un giudizio personale e non un consiglio alla società perché non tocca a noi fare questo mestiere”.

 

 

NM LIVE - Salvatore Esposito: “Con Allan a Parigi, credo che si punti su Trippier e Veretout, prenderei Da Costa dell’Eintracht e uno tra Cavani e Icardi, Conte tra Inter e Juventus, Gomorra 5 ci sarà e manc’io saccio chell’ che c’aspetta

 

SALVATORE ESPOSITO, attore, protagonista della serie tv “Gomorra” nel ruolo di Genny Savastano, è intervenuto a "NAPOLI MAGAZINE LIVE", trasmissione che approfondisce i temi d'attualità legati al Calcio Napoli, condotta da Antonio Petrazzuolo, in onda il giovedì dalle 21 alle 22 su Napolimagazine.com, e su tutti i canali social di "Napoli Magazine" (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube). Ecco quanto dichiarato: “Sentendo le dichiarazioni di De Laurentiis e Ancelotti mi aspetto prima di tutto un po’ di cessioni e forse, anche di un big tra Allan e Koulibaly, d’altronde a gennaio siamo stati molto, ma molto vicini alla cessione del brasiliano, ma non alle cifre che abbiamo letto, poi la cessione di Hamsik ha bloccato tutto. Il Napoli ha bisogno di due esterni, due centrocampisti di cui almeno uno molto forte, un attaccante che la butta sempre dentro e che non abbiamo dai tempi di Higuain. Il decreto crescita potrebbe essere un’ottima arma per rinforzare la squadra e portare finalmente a Napoli qualche top player. Diego Costa, Icardi, Trippier, Lozano, sono tutti elementi si spessore che farebbero molto bene anche in Italia e vi dirò di più, credo che l’inglese e Veretout siano già giocatori del Napoli e lo dico perché credo che, purtroppo, Allan sia già a Parigi. A sinistra prenderei Grimaldo, poi oltre a Veretout prenderei anche Da Costa dell’Eintracht, che può giocare sia centrale di difesa che terzino, in attacco oltre a Lozano di corsa, più che Diego Costa, prenderei Cavani o Icardi senza esitare. Ancelotti, già dal ritiro di Dimaro e per la primissima parte della stagione, ha provato a riproporre un 4-3-3 molto simile a quello di Sarri, salvo poi cambiare idea e credo che insisterà anche nella prossima stagione con il 4-4-2. Spero che il calcio italiano cambi non il logo della Lega Serie A, ma la ripartizione dei diritti per cercare di dare maggiore competitività ai club in Europa, anche se le lezioni di Tottenham e Ajax dimostrano che non sempre i fatturati incidono sui risultati. Comunque puntiamo decisamente su Ancelotti perché credo che possa portare grandi risultati. Noi tifosi dobbiamo stare più vicini alla squadra, dobbiamo essere più orgogliosi degli azzurri che sono stabilmente ai vertici del calcio italiano, dietro solo ad una Juventus sempre più forte. Su Conte dicono che andrà all’Inter, ma aspetterei prima l’eventuale conferma di Allegri alla Juventus, altrimenti potrebbe anche tornare a Torino. Gomorra continua ad essere campione d’ascolto, a dicembre arriverà anche il film “L’immortale”, direttamente collegato con la serie tv e sicuramente ci sarà la quinta serie, di più non posso dirvi perché nemmeno io ne so più di tanto, anzi, potrei dirvi molto di più sul prossimo acquisto del Napoli che su quanto succederà nella serie e vi dico “manc’io saccio chell’ che c’aspetta". Il successo di Gomorra dipende direttamente dal fatto che riesce a rinnovarsi sempre”.

 

 

NM LIVE - Monica Bertini: “Tra Liverpool e Tottenham l’impresa è dei Reds, derby Inter-Juve per Conte, al Napoli servirebbe uno come Cavani o Icardi ma si punterà su giovani alla Fabian Ruiz”

 

MONICA BERTINI, giornalista sportiva, è intervenuta a "NAPOLI MAGAZINE LIVE", trasmissione che approfondisce i temi d'attualità legati al Calcio Napoli, condotta da Antonio Petrazzuolo, in onda il giovedì dalle 21 alle 22 su Napolimagazine.com, e su tutti i canali social di "Napoli Magazine" (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube). Ecco quanto dichiarato: “Tra le imprese di Champions, quella del Liverpool è stata davvero pazzesca. A livello di sensazioni, perché notizie non ce ne sono e quelle che circolano potrebbero essere anche depistaggi, qualche giorno fa si parlava di Sarri alla Roma, Conte all’Inter e panchina vuota al Milan, oggi invece, l’ex tecnico partenopeo potrebbe rimanere a Londra, l’Inter resterebbe in pole per l’ex allenatore juventino, anche se bisogna attendere il vertice in casa Juve tra Allegri e Agnelli, contrariamente a quanto si disse all’indomani dell’eliminazione dei bianconeri dalla Champions. Credo che al Napoli servano elementi alla Cavani o alla Icardi, ma sempre a livello di sensazioni, la vedo un po’ difficile sia per l’uno che per l’altro. Ma non fate troppo affidamento a questo che è più un pensiero di donna che da giornalista. Tornando al mercato del club partenopeo, invece, credo che si punterà ancora su giovani di livello come ad esempio Fabian Ruiz. Ancelotti ha l’autorevolezza e il prestigio di poter chiamare chiunque, anche James Rodriguez, che mi piace tantissimo nonostante si conceda qualche pausa, in fondo l’esperienza da manager fatta in Premier con il Chelsea, potrebbe servire”.

Loading...
ULTIMISSIME SOCIAL NETWORK
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>