Uniti dalla stessa passione...
...Online dal 24 dicembre 1998
www.napolimagazine.com
ideato da Antonio Petrazzuolo
Anno XVII n° 28
mercoledì 8 luglio 2020, ore
ALTRI SPORT
Ciclismo, Di Rocco: "Non ci saranno criticità per la ripresa delle gare"
01.06.2020 16:00 di Napoli Magazine

“Sull’aspetto sanitario credo che il ciclismo non debba avere preoccupazioni. L’autorizzazione a far ripartire il calcio è un buon test per tutti gli sport, in quanto la disciplina del pallone è di forte contrasto, a differenza di quanto avviene nel ciclismo”. Sono le parole di Renato Di Rocco, presidente della Federazione Ciclistica Italiana, in una video intervista rilasciata a InBici Magazine. 

 

Il numero uno della Federciclismo e vicepresidente UCI specifica: “Partendo dal World Tour, i protocolli utilizzati sono sempre di massimo controllo per gli atleti, ora ci sono da aggiungere dei test specifici per il Coronavirus, ma si parte già da un’ottima base. Le squadre sono già ben attrezzate, non vedo grandi stravolgimenti rispetto al passato perché le attenzioni dei gruppi sportivi sono sempre state molto alte, poi su strada il nostro disciplinare cercherà di venire incontro alle situazioni più a rischio”. 

 

Diverso il discorso per ciò che riguarda il pubblico a bordo strada: “il compito di gestire il pubblico, più che a noi, spetta alle prefetture, ma la raccomandazione è sempre quella di mantenere le distanze. Per fortuna il pubblico del ciclismo è sempre stato ordinato, episodi spiacevoli sono sempre stati molto pochi, come l’episodio dei fumogeni alla Milano-Sanremo dello scorso anno”. 

 

La ripresa dei grandi eventi di ciclismo passa attraverso i velodromi: “Il ciclismo su pista è un’opportunità da sfruttare, il primo velodromo a riprendere l’attività è stato quello di Noto e piano piano stanno riaprendo tutti. Per non dimenticare anche il Bmx, che sta ripartendo con il suo centro a Verona. Partire con le gare individuali sarà un ottimo inizio per la ripartenza. Anche per la mountain bike non vedo criticità, perché sicuramente è una disciplina meno difficile da gestire rispetto alla strada”. 

 

Riguardo l’attività giovanile, nell’intervista a InBici Magazine, il presidente Di Rocco spiega: “spero che i Giovanissimi possano ricominciare a gareggiare nel mese di agosto. I ciclodromi stanno riaprendo, sono spazi chiusi e protetti, quindi per ora i bambini possono giocare e divertirsi, ma il Governo deve autorizzare la ripresa degli eventi, altrimenti non possiamo fare nulla”. 

 

La riflessione si allarga anche al mondo amatoriale: “Sicuramente dobbiamo approfittare di questo momento per rivedere il mondo delle Granfondo, perché per adesso sono una brutta copia del mondo agonistico. Nel protocollo che è stato immaginato con Formula Bici e con il prefetto Roberto Sgalla cambieranno molte cose rispetto al recente passato, soprattutto i momenti più conviviali come il ritiro dei numeri di gara, la partenza e il pranzo finale. Spero da anni che le gare amatoriali possano essere più cicloturistiche che agonistiche, a volte si vedono formazioni amatoriali più attrezzate di squadre Under 23. L’agonismo esasperato ha fatto degenerare lo spirito di questi eventi. Sarebbe utile fare delle classifiche che possano conteggiare i tempi su delle salite cronometrate”. 

 

Infine, il boom della vendita di biciclette, complice il bonus di 500 euro messo a disposizione dal Governo: “La bicicletta è sempre stata molto apprezzata, ancora oggi nei bambini è il regalo più apprezzato e sono felice che la ricerca dei costruttori vada sempre più avanti per fornire maggiore comfort agli utenti. Sicuramente la bicicletta sarà anche un mezzo per valorizzare il turismo di prossimità, oltre ad essere riscoperta come mezzo ideale per favorire gli spostamenti”.

Loading...
ULTIMISSIME ALTRI SPORT
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>